Minacciano divorzio contro matrimonio gay

di Valentina Cervelli Commenta

Minacciano divorzio contro matrimonio gay: un certo gruppo di facinorosi contrari alle nozze gay ha minacciato questo qualche giorno fa e ci siamo voluti prendere del tempo per commentare una protesta che ha un sapore davvero goliardico in bocca. Soprattutto perché se portata davvero fino in fondo rischia di dimostrare solamente che l’essere umano fa fatica a pensare.

La genialata è venuta in mente in Australia, dove se passerà il matrimonio gay, alcune coppie chiederanno il divorzio. Ora, per prima cosa: ad una qualsiasi persona che intende riconoscere o veder riconosciuti i diritti cosa importa preservare il matrimonio di qualcuno che evidentemente a questo vincolo non tiene se lo usca come arma di protesta? Secondo: quanto può essere credibile una mossa del genere? Terzo: cosa può importare allo stato se tra marche da bollo e tasse guadagna di certo di più in caso di divorzio e di singletudine delle persone?

Per quanto l’idea che esista ancora qualcuno contro il matrimonio gay ci disgusti nell’animo, siamo coscienti che fino a che la protesta è pacifica, secondo la legge uno può fare ciò che vuole. Quello che ci lascia perplessi è il fatto che ci si incaponisca contro il riconoscimento dei diritti quando il matrimonio gay non toglie niente a quello etero, mentre tutte le persone a prescindere dal genere e dall’orientamento dovrebbero avere la possibilità di contrarlo. Quindi, se ci concedete di dirlo apertamente, divorziare per contrastare i matrimoni gay è la forma di protesta più assurda e stupida partorita dalla mente umana. Le sentinelle in piedi non ci piacciono e non possiamo negarlo, ma forse… meglio loro.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>