Gay e lesbiche in tv, due pesi due misure

di Valentina Cervelli Commenta

Il titolo potrà forse sembrare un po’ crudele e secco nella sua affermazione, ma se vi fermate un attimo a riflettere su come la televisione affronta l’omosessualità, vi renderete conto che non si tratta altro che di una verità incontrovertibile che purtroppo caratterizza i nostri palinsesti: quando si parla di gay e lesbiche, sono presenti due pesi e due misure nella società.

E questo è strettamente correlato all’impostazione maschilista del mondo nel cui viviamo. Due donne che si baciano e si intrattengono sessualmente all’interno di uno spot o di un serial televisivo sono accettate ed in qualche modo favorite all’interno di un contesto di spettacolo, mentre due uomini sono censurati ed osteggiati. Inutile prenderci in giro: è proprio quello che accade. Purtroppo tale atteggiamento rientra nel cliché che la società ha dell’omosessualità. Una società ovviamente punzecchiata contestualmente da morale religiosa, credenze popolari e ignoranza, come sempre. Una forma di omofobia? Si, quasi del tutto.  Una forma molto forte e presente di ignoranza? Senza dubbio. Forse per essere più precisi in molti casi dovremmo parlare di momentaneo blackout cerebrale.

La colpa è da attribuire anche alla concezione che si ha della sessualità in generale. Tutto viene visto come a senso unico e se le forme femminili, solitamente più armoniose vengono facilmente apprezzate da tutti senza distinzioni, lo stesso non accade con quelle maschili. Partendo da questo campo puramente sessuale, si cade praticamente in grembo al pregiudizio che porta a considerare con più benevolenza le coppie lesbiche che quelle gay. Le prime rientrano, grazie ad un apprezzamento estetico generale, in canoni maggiormente accettati, mentre quelle gay vengono prese come spauracchio di qualcosa che esula dalla normalità.

Voi che ne pensate? La vedete allo stesso modo? Stiamo sbagliando? O l’atteggiamento di chiusura della televisione secondo voi è uguale nei confronti di entrambe le coppie? Si arriverà mai a superare tale limite?

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>