Donare il sangue è vietato per i gay anche in Italia?

di Valentina Cervelli Commenta

Anche in Italia è vietato per i gay donare il sangue? Teoricamente no, ma a quanto pare qualche “zelante” medico che ci azzarderemo a definire omofobo fino a prova contraria, in una Asl del Leccese si è rifiutato di accettare la donazione di due ragazzi perchè omosessuali.

L’impressione che hanno avuto gli stessi è che il sanitario li considerasse promiscui, malati, non adatti alla donazione del sangue.  Il protagonista di questa storia è un ragazzo donatore da almeno 14 anni, che si era sempre rivolto ad altri centri o all’ospedale cittadino, dove non aveva mai incontrato problemi.  Il medico per giustificare questa scelta, inutile visto che è stato tra l’altro eseguito un emocromo completamente nella norma, si è appellato ad una normativa nazionale per la quale se la condotta della persona poteva fra instaurare dei dubbi di sicurezza sul sangue la donazione poteva essere rifiutata.

Da quando omosessualità fa rima con promiscuità? Da quando essere gay e in una relazione da anni presuppone l’essere affetto da malattie? la situazione è così assurda che è impossibile da credere. Soprattutto in un paese come il nostro “teoricamente libero” da pregiudizi in questo campo. Negli Stati Uniti se si è omosessuali il sangue non si può donare e sono molte le battaglie in corso in tal senso per modificare la legge. perchè l’omofobia dello stato italiano ci sta portando indietro invece che mandarci avanti? Vorremmo ottenere delle risposte davvero. Sia perchè vengono lesi i diritti di chi vuole donare, ricevendo discriminazioni inutili, sia perchè si rischia di far del male a possibili vite che potrebbero avere bisogno di quel sangue.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>