Terni: celle riservate a gay e trans entro la fine del 2011

Home » Cultura Gay » Terni: celle riservate a gay e trans entro la fine del 2011
Spread the love

Terni: celle riservate a gay e trans entro la fine del 2011 Cultura Gay E’ in fase di realizzazione, un progetto nel carcere Sabbione di Terni dove sono stati stanziati 15mila euro per ristrutturare le celle che ospiteranno 19 transessuali in regime di isolamento per ragioni di sicurezza. Entro la fine dell’anno verrà ampliata una sezione riservata a 200 detenuti con particolare attenzione al mondo lgbt (Fonte Libero).

Ma il caso di Terni non appare isolato dal contesto delle prigioni italiane. Secondo le ultime rilevazioni del Dap (Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria), nelle carceri nostrane ci sono 104 fra transessuali e omosessuali dichiarati, e che pertanto vengono collocati nelle aree “protette” degli istituti penitenziari, e la presenza più cospicua (24) si registra nel carcere di Poggioreale a Napoli. Lillo Di Mauro, presidente della Consulta permanente cittadina del Comune di Roma per i problemi penitenziari, nel corso di un’audizione in Commissione diritti umani del Senato sulla condizione di omosessuali e transessuali negli istituti penitenziari italiani, ha riferito:

Non tutti hanno dei reparti dedicati come invece lo ha il nuovo carcere di Rebibbia e anzi alcuni penitenziari non riconoscono neppure lo status di transessuale. La condizione degli omosessuali è ancora più dura perché o si dichiarano tali e vengono messi in isolamento o nel reparto dedicato ai transessuali, o sono costretti a negare la propria identità con conseguenze spesso non facili.

Leggi ora  Un testo contro chi propone di far guarire dall'omosessualità