Sudafrica, ex-presidente critica la legge anti-gay in Uganda

Home » Omofobia » Sudafrica, ex-presidente critica la legge anti-gay in Uganda
Spread the love

Sudafrica, ex-presidente critica la legge anti-gay in Uganda Omofobia

L’ex presidente del Sudafrica Thabo Mbeki ha criticato la famigerata legge anti-gay in Uganda, bollando la proposta un intervento senza senso: il disegno di legge, presentato dal deputato David Bahati nel 2009, è stato progettato per rafforzare le già severe leggi contro l’omosessualità nel paese africano.

Mbeki, che ha servito come presidente e vice presidente del Sudafrica dopo l’abolizione dell’apartheid, ha dichiarato:

Le preferenze sessuali sono una questione privata, non penso che lo Stato debba avvertire il diritto o il dovere di intervenire.

Due adulti consenzienti non è veramente la questione di diritto.

Bahati ha risposto alle dichiarazioni:

Sua Eccellenza ha bisogno di leggere il disegno di legge e capire lo spirito con cui è stato portato e il contesto di cui stiamo parlando.

Il disegno di legge ha ricevuto la condanna da tutto il mondo civilizzato e democratico, considerando che nella proposta sia contemplato il carcere per chi non denuncia atti omosessuali e la pena di morte per omosessualità aggravata, ovvero per chi commette atti omosessuali dopo una condanna.

Photo Credits | Getty Images

 

Leggi ora  Dmitry Kozak inizia la lotta contro gli omosessuali