Spagna: assassino di omosessuale scarcerato perchè uccise per “paura insuperabile”

di Azzurra Commenta

La giustizia spagnola ha messo in libertà un efferato assassino che tempo fa uccise un uomo omosessuale, dopo solo nove mesi di detenzione preventiva. Secondo le testimonianze a favore della difesa, Emilio Martinez uccise l’uomo dopo averlo trovato nel proprio camion in atteggiamento equivoco. La cosa realmente assurda è questa: la difesa ha utilizzato i termini di paura insuperabile che l’uomo avrebbe provato nella situazione dell’omicidio, ma non è tutto qui perché la giuria popolare di Saragozza ha avvalorato il caso come una legittima difesa, che anche a un digiuno di criminologia suonerebbe davvero difficile da credere!

La giuria ha stabilito che l’assassino e la vittima avevano parlato in un bar la notte del crimine, omettendo, però, che tracce di sangue, saliva  e sudore della vittima sono state rinvenute nel letto dell’assassino; fatto che dovrebbe aprire nuove ipotesi…

Ma ciò non ha mutato il verdetto: per la giuria l’efferato omicidio trova giustificazione in un assurda paura insuperabile provata dal criminale. Paura di cosa? Aggiungiamo noi!

Carlos Espaso, studioso del caso, si è detto sconvolto dal verdetto. La sentenza, a suo parere, non prende in esame i dati reali:

Il giudizio ha voluto creare una valutazione morale sull’omosessualità della vittima.

Ed è davvero assurdo e grave che, nel 2011, un criminale possa ancora venir giustificato sulla base di giudizi morali assolutamente irrilevanti e fuori luogo. Un vero schiaffo morale alla giustizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>