Usa: assassino di un gay condannato a 40 anni di prigione

di Azzurra Commenta

Justin Navarro, 26 anni, è stato condannato a 40 anni di carcere per aver ucciso un uomo omosessuale nel 2009. Il motivo che spinse l’uomo ad uccidere fu la sua irrefrenabile omofobia e perciò il delitto è stato considerato un crimine d’odio.

Navvarro uccise nel 2009 il 31enne Kevin Massey in modo davvero brutale: con ben 18 pugnalate che lo hanno portato alla morte. Le testimonianze dell’assassinio sono davvero inquietanti: alcuni testimoni hanno, infatti, dichiarato che l’omicida, mentre assassinava a sangue freddo Massey, gridava “Frocio!“. La ricostruzione mette davvero i brividi…

Sembra poi che Navarro non sia entrato con la forza nell’abitazione, ma sia stato lo stesso Massey ad aprirgli, segno evidente del fatto che i due si conoscessero. Solo dopo l’assassino avrebbe posto fine alla vita dell’omosessuale utilizzando un coltello da cucina. Un crimine efferato generato dall’odio. L’odio dell’intolleranza e dell’incomprensione può davvero portare a conseguenze drammatiche. Per questo è importante conoscere e rispettare le diversità altrui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>