Scozia, alti livelli di omofobia nello sport

Home » Omofobia » Scozia, alti livelli di omofobia nello sport
Spread the love

Scozia, alti livelli di omofobia nello sport Omofobia Sondaggi Lgbt

La Red por la Igualdad (Rete per l’Uguaglianza), un’organizzazione che difende i diritti delle minoranze sessuali finanziata dal governo scozzese, ha realizzato uno studio per determinare il livello di omofobia che persiste nello sport: lo studio ha rivelato che tutti gli sport in Scozia continuano a mantenere alti livelli di omofobia, sebbene diversi atleti abbiano abbandonato la professione negli ultimi anni, non si sono preoccupati di affrontare la questione con gli altri colleghi che continuano a nascondere il loro orientamento sessuale e quindi non si sentono tenuti a parlarne pubblicamente.

La Rete per l’Uguaglianza ha pertanto richiesto al governo scozzese di sanzionare l’omofobia nello sport allo stesso livello del razzismo, considerando che il calcio è lo sport più discriminante per la diversità sessuale, seguito da rugby, pugilato e atletica.

Lo studio è stato basato su un sondaggio che ha coinvolto 1.272 persone in Scozia in cui il 77% degli intervistati ha detto che nel mondo dello sport l’omofobia persiste, mentre il 47% è stato addirittura testimone di episodi a sfondo omofobico.

 

Leggi ora  Melita Toniolo: "Cristiano Ronaldo? È più donna di me e Raffaella Fico"