Omofobia, scienziato trova la cura per chi odia i gay

Home » Cultura Gay » Omofobia, scienziato trova la cura per chi odia i gay
Spread the love

Omofobia, scienziato trova la cura per chi odia i gay Cultura Gay Omofobia

Fino a qualche anno fa, l’omosessualità era ritenuta una malattia, poi una scleta di vita su cui poter dibattere e retrocedere con le idee e, infine, pian piano si sta diffondendo una cultura di accettazione e tolleranza delle diverse forme di orientamento sessuale: quella che invece è stata definita malattia vera è l’omofobia, tanto è vero che sarebbe stata scoperta addirittura una cura.

L’avversione verso i gay, il rifiuto e la violenza verbale e fisica è secondo il dott. Gianluigi Gessa, neuroscienziato di fama internazionale, una forma di malattia che potrebbe essere curata attraverso la psicoterapia.

Il neuroscienziato di origine sarda elenca in cinque convinzioni errate le basi dell’omofobia:

l’omosessualità è una volgare perversione;

è contro natura;

è una malattia mentale che può essere curata;

è un peccato mortale;

è una scelta da scoraggiare.

Sono le cinque principali bestialità che albergano nella testa dell’omofobo.

Non c’è niente che debba esser curato, se non l’ambiente ostile che si crea attorno a chi ha un diverso orientamento sessuale e non può decidere in santa pace di seguire i propri naturali impulsi.

Lo scienziato aggiunge che è proprio questo comportamento che crea infelicità e non c’è preghiera, farmaco, psicoterapia che possa modificare l’orientamento sessuale.

Photo Credits | Comune di Cagliari

Leggi ora  Treviso, Dolce Pace per combattere l'omofobia