Le smentite del Vaticano sulle dichiarazioni di Papa Francesco

di Daniele Pace Commenta

facciamo chiarezza sulle parole del Papa.

Sono uscite notizie altalenanti dopo le dichiarazioni di Papa Francesco sulla sua approvazione per l’unione civile alle coppie omosessuali. Nel mondo della religione ovviamente non tutti l’hanno presa bene, come è successo anche ai non religiosi sempre pronti a sparare sentenze contro di essa. Insomma un guazzabuglio di notizie contrastanti che hanno quasi vanificato le parole del Papa. Proviamo dunque a fare chiarezza.

Vi abbiamo parlato in questo articolo in merito allo scoop delle parole dette da Papa Francesco durante il lungometraggio di Evgeny Afineevsky trasmesso al festival del Cinema di Roma. Quelle parole hanno aperto un caso mediatico senza precedenti. Il Vaticano ha rilasciato dichiarazioni in merito schierandosi contro tale affermazione che diceva “Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili. In questo modo sono coperti legalmente. Mi sono battuto per questo.” Nessuno si è soffermato su quel punto prima di scagliarsi contro il Papa, contro la chiesa, contro la religione in generale. C’è da dire che nel lungometraggio sono state tagliate alcune parti che avrebbero potuto evitare questo dubbio.

Il Vaticano si è fermamente schierato contro il matrimonio omosessuale, ovvero il rito religioso che si svolge all’interno della chiesa. Colta la palla al balzo i giornali hanno deciso di marciare su questa notizia scatenando una bufera inutile. Lo stesso Papa ha dovuto infatti rilasciare nuove dichiarazioni per chiarire la questione. Ha fermamente difeso la sua posizione riguardo una LEGGE che tuteli le famiglie omosessuali tramite unioni civili, ma nelle parti tagliate non ha mai sostenuto il MATRIMONIO IN CHIESA essendo appunto considerato anti-religioso.

Fin qui tutto ok, alla fine ognuno è libero di seguire le proprie scelte, ma da qui ad attaccare Papa, chiesa e religione senza leggere attentamente le notizie è abbastanza ridicolo. Quindi cari atei e cari fervidi religiosi, il Papa approva quello concerne alla legge (che è comunque una cosa positiva se una persona del suo calibro si schiera legalmente a favore delle coppie di fatto), ma che non approva il rito del matrimonio religioso (ma questo credo che alle coppie omosessuali interessi pure poco). Quello che conta nel matrimonio in genere e soprattutto di genere, è la tutela dei propri diritti e su quello non ci sono dubbi, il Papa vuole che siano eguali per tutti e la famiglia venga riconosciuta per questo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>