Gianfranco Fini: “Bisogna regolare le unioni civili, anche per i gay, anche se non si possono dire famiglia”

di Redazione Commenta

Il leader di Fli Gianfranco Fini apre clamorosamente alle unioni civili gay durante una conferenza di partito: non esistendo un quadro giuridico per regolare le unioni tra persone e per regolare i rapporti di natura privatistica, il leader fa notare che occorre intervenire.

Fini ha sottolineato che il ragionamento sulle unioni civili riguarda anche le persone dello stesso sesso, anche se:

La famiglia è tra persone di sesso diverso, come dice la Costituzione. E questo è un concetto che non si tocca.

Io uso il termine unione tra persone, non il termine famiglia, che va appunto normato.

Serve una legge per le unioni di fatto.

Photo Credits | Getty Images

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>