Kenya, ingresso vietato ai clienti LGBT in bar e club

Home » Omofobia » Kenya, ingresso vietato ai clienti LGBT in bar e club
Spread the love

Kenya, ingresso vietato ai clienti LGBT in bar e club Omofobia

In Kenya le cose continuano a degenerare: bar e club nelle principali città del paese devono ora far rispettare il divieto di far entrare le persone LGBT; la notizia viene confermata da Nairobi a Nakuru e Mombasa, indicando che i bar più popolari hanno l’obbligo di rispettare un rigoroso no-entry nei confronti degli uomini che sono giudicati troppo effeminati, così come le donne viste come troppo maschili o butch.

Il Tacos Club a Nairobi, visto da molti come il bar gay non ufficiale della città, ha adottato questa politica dopo aver scoperto due uomini che si accarezzavano nel bagno del locale.

A Nakuru, il Club Taidy -considerato il primo locale gay del luogo- dal mese scorso ha iniziato a bandire persone e coppie lgbt a partire dalla festa di alcune settimane fa in cui una coppia lesbica ballava in modo sessualmente esplicito.

Infine a Mombasa il no kuchu (termine locale per identificare i gay), è sulle porte d’ingresso del Tribeka Club, l’Envy, il Jazz Club e lo Steps.

Photo Credits | Getty Images

 

Leggi ora  Uganda, proposta di legge sulla pena di morte per gay torna in parlamento