John Amaechi: “I gay dovranno fingere di non essere se stessi ai Mondiali di calcio in Qatar”

Home » Cultura Gay » John Amaechi: “I gay dovranno fingere di non essere se stessi ai Mondiali di calcio in Qatar”
Spread the love

John Amaechi: "I gay dovranno fingere di non essere se stessi ai Mondiali di calcio in Qatar" Cultura Gay Il mondo dello sport lgbt passa al contrattacco. John Amaechi, noto cestista americano e gay dichiarato, ha ribattuto alle dichiarazioni di Blatter che, più volte, ha invitato gli omoesessuali ad astenersi da qualsiasi attività sessuale durante i Mondiali di calcio in Qatar nel 2022:

Le parole di Blatter non sono realmente riferite specificamente al sesso, come non posso immaginare che molti appassionati di calcio gay avrebbero il coraggio di farlo in pubblico in Qatar. Piuttosto, quello che sta dicendo è ‘Non abbiate paura di presentarvi in campo tenendovi le mani oppure guardandovi negli occhi gli uni negli altri, non prendete camere con un solo letto, non cenate a lume di candela nel ristorante … ‘e così via.

Ha inoltre aggiunto:

Vuol dire che non si potrà indossare un look gay, rimanendo se stessi e far finta che il legame, l’amore e l’affetto che avete per il vostro partner o anche un tizio random incontrato durante il viaggio ci sia durante tutto il soggiorno in Qatar.

Roba da Medioevo…

Leggi ora  Francia: cortometraggio per spiegare l'omosessualità ai bambini