Gay, cosa è cambiato nel 2014?

Home » GLBT News » Gay, cosa è cambiato nel 2014?
Spread the love

Cosa è cambiato nel mondo gay nel 2014?Una bella domanda davvero. Negli Stati Uniti ancor più stati hanno legalizzato le nozze omosessuali, ed il Doma è stato stracciato, rendendo possibile riconoscerei matrimoni gay in tutti gli Stati federali, anche quelli nei quali non è ancora possibile sposarsi. Ma per il resto?

Gay, cosa è cambiato nel 2014? GLBT News

In Italia è cambiato davvero poco, se non nulla. Continuano ad essere calpestati i diritti, e sono nate le sentinelle in piedi, un gruppo di formato per lo più da ignoranza tecnicamente non violenta. Ma non si fanno passi in avanti. Si consentono manifestazioni contro i diritti gay, ma la risposta contro gli atti di omofobia violenta ancora non ci sono. Su questo punto il nostro paese assomiglia tremendamente alla Russia dove nel 2014 la situazione è degenerata a tal punto che degli squadristi veri e propri picchiano e seviziano senza che niente venga fatto. Ci sono stati coming out eccellenti che ancora ci emozionano come quelli di Ellen Page e della nostra prima atleta italiana. Ma si è ancora drasticamente lontani dalla perfezione, anzi, dall’accettabilità.

Se si fa un’analisi di ciò che è successo nel mondo… non va per niente bene quello che emerge sul mondo omosessuale: tanti artisti sono ancora non dichiarati per via di un sistema anacronistico e mal calibrato ed essere famiglia LGBTQ nel nostro paese è ancora molto difficile. Ci resta sperare che il 2015 possa essere migliore? E’ quella la speranza di tutti noi. Sarà il nostro anno il prossimo? Forse sì, forse no. Bisogna tenere duro.

Leggi ora  San Francisco: via le bandiere arcobaleno dal quartiere gay

Photo Credit | Thinkstock