Eurovision Song Contest, hacker nel sito web

di Redazione Commenta

Un gruppo di hacker è entrato ad aprile nel sito web dell’Eurovision Song Contest 2012 che si terrà a Baku, in Azerbaigian, per protestare contro l’evento ritenuto dai criminali informatici una sfilata di gay (e dovrebbe esserci prima della gara una vera e propria sorta di gay pride; ieri, invece, è stato colpito il sito web Esctoday che pubblica notizie sulla manifestazione canora.

Il sito web ha rilasciato una comunicazione sulla pagina Facebook ufficiale:

Esctoday è stato violato, cancellando 12 anni di duro lavoro solo perché sosteniamo l’Eurovision Song Contest, ma non ci arrendiamo a queste persone.

Il gruppo che si fa chiamare I Devoti dell’Azerbaigian ha rivendicato l’atto criminale, con una dichiarazione che cita:

Ignorare l’onore della gente e la morale, regime al potere dell’Azerbaijan sta cercando di diffondere pensieri peccaminosi e prevede di organizzare un gay pride prima della gara dell’Eurovision 2012.

Per questo motivo I Devoti dell’Azerbaigian intendono attaccare tutti i siti che supportano questo atto immorale.

Photo Credits | EscToday.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>