Omofobia su canale5 a “C’è Posta per te”

Home » Omofobia » Omofobia su canale5 a “C’è Posta per te”
Spread the love

C’è Posta per Te è un programma amatissimo, con alla guida Maria De Filippi ormai vanta un bel po’ di anni alle spalle. Ieri però si è fatto teatro di quello che riteniamo essere stato uno degli incontri più angoscianti che si possano mai vedere. Francamente la fatica nell’ascoltare e guardare questo teatro è stato veramente atroce ed il fatto che Maria abbia permesso tutto ciò è veramente assurdo.

La storia riguarda Luana e Damilka, una coppia di giovani donne che hanno deciso di sposarsi perché si amano. Il problema però sorge quando la madre di Luana scopre che la figlia preferisce stare con le donne. La storia per Luana non è stata facile, sin dall’adolescenza è riuscita a confidarsi solo con i fratelli che l’hanno sempre sostenuta. A 16 anni ha persino presentato un’amica’ alla madre sperando che lei capisse ma non c’è stato verso. La rottura scoppia quando Luana prova a fidanzarsi con un ragazzo, ma costui si presenterà un giorno dalla madre dicendole che la figlia preferisce stare con una “ragazza di colore”. Luana si è trovata dunque a 30 anni a dover fronteggiare una madre che da quel momento gliene ha dette di ogni. Nonostante questo Luana scrive a C’è Posta per Te per dimostrare che il bene per la madre non è mai mutato.

Leggi ora  Nando Colelli a Le Iene: "I gay? Si prendano una pillola per curarsi"
Omofobia su canale5 a "C'è Posta per te" Omofobia Video

L’angoscia però comincia quando Maria apre la busta e la madre vede anche Damilka…da quel momento rivolge a stento un paio di sguardi verso la figlia e si mette la mano sul cuore per la disperazione. Quello che non sapete che la madre è stata pure in ospedale ma cacciò la figlia quando andò a trovarla, che Luana e Damilka furono invitate alla comunione di un familiare ma sempre la madre minacciò tutti i parenti di non presentarsi se c’era pure Damilka. Insomma nonostante Luana avesse il supporto di TUTTA la famiglia, anche del padre, la madre purtroppo non ha voluto cedere all’amore per la figlia. Si è sincerata di aprire la busta solo se Damilka fosse andata via o fosse stata a debita distanza, ma durante tutto l’alterco in cui Maria ha provato a convincerla vi assicuriamo che gli insulti alla figlia e la sua compagna sono stati non pochi. Ha persino accusato Damilka di aver traviato la figlia.

Maria si è limitata a fare qualche discorso di riparazione, inutilmente, raccogliendo solo insulti e dissenso di questa signora che ha rinnegato una figlia per i suoi gusti sentimentali. Ache se la busta è stata aperta la questione è rimasta comunque dubbiosa perché la madre di Luana manteneva le distanze e girava la faccia anche a Maria che teneva per mano Damilka. Maria ha più volte associato questo comportamento alla “paura” ma vi assicuriamo che quella non era per niente paura ma omofobia con qualche spruzzo di fanatismo religioso. La De Filippi non avrebbe dovuto trasmettere sta roba, si è resa complice di qualcosa che ancora nel 2024 è molto presente, rovinando la reputazione a quelle persone che vogliono amare liberamente, inducendo ulteriore paura di ritrovarsi in una situazione analoga.