Inside Out 2 e la teoria gender

Home » Cinema Gay » Inside Out 2 e la teoria gender
Spread the love

Il teaser trailer di Inside Out 2 sembra supportare una teoria popolare su Riley, ma è una teoria che probabilmente la Disney non confermerà mai. Continuando la storia del primo film, Inside Out 2 vedrà Riley compiere 13 anni e affrontare nuove e complesse emozioni da adolescente. Il primo trailer del prossimo sequel di Inside Out accenna solo alla maggior parte di queste nuove emozioni invece di mostrarle, eppure Gioia e gli altri personaggi che ritornano nella testa di Riley incontrano Ansia, un personaggio il cui design supporta una popolare teoria di Inside Out.

Basandosi su una teoria iniziata dopo l’uscita del primo film Inside Out, Riley sarebbe trans-non binaria o genderfluid. In precedenza, la Pixar ha confermato le teorie dei fan relative ai loro film d’animazione, scrivendole anche in film sequel e cortometraggi. In questo caso però, non c’è quasi nessuna possibilità che loro o la società madre Disney affrontino la questione, per non parlare di confermare, la teoria sull’identità di genere di Riley. Nonostante ciò, la Riley non binaria rimane una delle teorie Inside Out più popolari di tutti i tempi.

Il trailer di Inside Out 2 supporta la teoria popolare secondo cui Riley identifica come non binario o forse fluido rispetto al genere, ma la teoria ha avuto origine dal finale di Inside Out. Nel corso del primo film, vengono mostrate le emozioni di Riley, di sua madre e di suo padre, ed è evidente che le emozioni di Riley si presentano in modo maschile e femminile, mentre le emozioni dei suoi genitori usano tutte un’espressione di genere. Questo è il primo indizio sulla possibile identità di genere di Riley. Tuttavia, non è giusto giudicare basandosi esclusivamente su queste tre persone. Riley è l’unico figlio nell’equazione e tre persone non sono sufficienti per stabilire uno schema.

Leggi ora  Mine Vaganti, il nuovo film di Ferzan Ozpetek

Il finale, però, cambia questo, perché mostra come appaiono le emozioni nella testa degli altri personaggi. Quando si guarda nel cervello degli altri personaggi, Inside Out mostra emozioni che corrispondono all’espressione di genere e allo stile di ciascun personaggio. È interessante notare che le emozioni di tutti gli altri, come si vede alla fine del film, pendono tutte in una direzione o nell’altra. Se anche altri bambini avessero emozioni sia maschili che femminili, ciò potrebbe essere attribuito alla loro fase di sviluppo. Tuttavia, il modello delle emozioni di espressione dello stesso genere è vero anche con gli altri bambini della sua età, come Jordan e il ragazzo goth della sua classe.