Usa: ricerca dimostra che molti più Stati sono tolleranti verso i gay

di Sebastiano Commenta

Un rapporto del National Opinion Research Centre (NORC) presso l’Università di Chicago, ha messo in evidenza che gran parte dei Paesi industrializzati sono diventati più disponibili ad accettare l’omosessualità negli ultimi 20 anni, anche se il trend è nettamente più lento in Russia e gli altri stati a regime comunista.

Sulla base di cinque indagini incrociate svolte in tutto il mondo civilizzato tra il 1988 e il 2008, la relazione ha esaminato le tendenze generali e classificato le nazioni per il loro atteggiamento verso la comunità lgbt con un’unica conclusione: la stragrande maggioranza è più tollerante verso un diverso comportamento sessuale.

I primi cinque Paesi con il più alto livello d’accettazione sono stati i Paesi Bassi, Danimarca, Norvegia, Svizzera e Belgio mentre mentre la parte bassa della classifica è occupata da sette stati ex-socialisti, quattro nazioni dell’Asia orientale, tre paesi dell’America latina e Cipro, Sud Africa e Turchia che assieme a Russia, Repubblica Ceca e Lettonia, ritengono che l’omosessualità sia qualcosa di totalmente sbagliato. Siamo messi proprio bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>