Cassazione: offendere qualcuno con il termine “frocio” è reato

Home » Cultura Gay » Cassazione: offendere qualcuno con il termine “frocio” è reato
Spread the love

Cassazione: offendere qualcuno con il termine “frocio” è reato Cultura Gay GLBT News Offendere qualcuno con il termine “frocio” è reato. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione occupandosi di un caso accaduto tre anni fa. Era il 2008 quando un operaio cagliaritano offese suo cognato durante una lite chiamandolo “frocio”, quest’ultimo si rivolse al Giudice di Pace per trovare giustizia.

Il Giudice di Pace condannò l’operaio al pagamento di 350 euro perché tale offesa era da considerare un’ingiuria. Il cagliaritano allora fece ricorso in Cassazione, ma anche qui le cose non sono andate come sperava: i giudici della Quinta sezione penale hanno recentemente confermato la sentenza di primo grado.

Da oggi dare del frocio ad una persona (chiunque essa sia) fa scattare immediatamente il reato di ingiuria.

Leggi ora  Israele: i rabbini celebrano matrimoni tra gay e lesbiche