Australia: steward gay chiede un risarcimento di 50000 dollari per ingiusto licenziamento

Home » Cultura Gay » Australia: steward gay chiede un risarcimento di 50000 dollari per ingiusto licenziamento
Spread the love

Australia: steward gay chiede un risarcimento di 50000 dollari per ingiusto licenziamento Cultura Gay GLBT News Un impiegato della compagnia aerea australiana Jetstar ha chiesto un risarcimento di $50.000 per esser stato licenziato, poichè non dotato di una voce abbastanza maschile! La vicenda, che pare straordinaria, è purtroppo accaduta realmente e lo scorso Febbraio lo steward gay Micheal Galvin è stato licenziato dalla compagnia. Il ragazzo ha citato in giudizio la Jetstar per ingiusto licenziamento, aggravato dal fatto che il comandante pare aver mentito sulle performance lavorative dell’impiegato.

Il suo contratto con la compagnia era scaduto leggermente prima che al ragazzo venisse chiesto di lavorare tra il personale di bordo. Michel ha aggiunto che il suo capo gli avrebbe rivolto numerosi commenti omofobi tra i quali, appunto, quello di non avere una voce abbastanza mascolina per svolgere il proprio lavoro di steward.

Secondo quanto raccontato da Galvin, il suo capo era totalmente omofobo e lo si poteva capire da innumerevoli atteggiamenti. Solo un mese fa, il capo gli avrebbe chiesto se , a suo parere, essere gay fosse un prerequisito fondamentale per il personale di bordo, insinuando che l‘unica ragione per la quale era stato assunto fosse proprio la sua omosessualità.

Insomma, quante di queste notizie dovremo ancora leggere prima di comprendere che la professionalità deve essere il parametro di giudizio di un operaio?

Leggi ora  Bourne: pompiere perde il posto di lavoro dopo insulti omofobi su Facebook