Senegalese gay chiede asilo all’Italia

Home » Cultura Gay » Senegalese gay chiede asilo all’Italia
Spread the love

Senegalese gay chiede asilo all'Italia Cultura Gay GLBT News D. A. è un ragazzo senegalese di 28 anni omosessuale, il quale per sfuggire alla condanna che vige nel suo paese ha chiesto asilo politico all’Italia. Lo ricordiamo, in Senegal l’omosessualità è punibile con la detenzione da 1 a 5 anni e con una multa da 200 a 3000 dollari.

A portare a conoscenza la storia di D. A ci ha pensato Gay Help Line. Daniele Stoppello, responsabile dell’ufficio legale, ha raccontato la storia del giovane che necessita di aiuto:

Fin dall’adolescenza ha dovuto nascondere la sua omosessualità. In Senegal, infatti, lesbiche e gay subiscono violenze e discriminazioni costanti e l’omosessualità è un reato punito con la reclusione da uno a cinque anni. Le lesioni sul suo corpo mostrano in modo inequivocabile le violenze a cui è stato sottoposto nel suo Paese perché gay. Supporteremo D.A. nella sua richiesta al Tribunale di Roma perché la nostra Costituzione e la Convenzione di Ginevra indicano precisi doveri verso chi viene discriminato anche sulla base del proprio orientamento sessuale o identità di genere.

Certo, dopo le uscite di Berlusconi sull’omosessualità, l’Italia non è di certo ai primi posti dei paesi maggiormente gay friendly. A dire il vero non lo era neanche prima, ma c’è sempre tempo per recuperare. O no?

Leggi ora  Danimarca, proposta settimana gay in onore di Hans Christian Andersen