Coperture ad Hollywood e strategie sbagliate

Home » GLBT News » Coperture ad Hollywood e strategie sbagliate
Spread the love

Come ci ha indicato senza mezze misure anche il recente coming out di Colton Haynes Hollywood è ancora tutt’altro che carina con la persona omosessuale non dichiarata. Le coperture (di diversa natura) esistono e le strategie sbagliate sono all’ordine del giorno.

Coperture ad Hollywood e strategie sbagliate GLBT News

E sono principalmente di due tipi: sciupafemmine con modella e fidanzata di lunga data. Ne parliamo al maschile perché più diffuse, ma di entrambe le tipologie ve ne sono stati diversi casi anche per coprire la sessualità di donne.

Sciupafemmine con modella

La strategia dello sciupafemmine potrebbe avere un senso se ben curata nei dettagli e nelle tempistiche. E’ poco credibile quando, e va messa da parte ogni idea di slut shaming per entrambi gli “attori nella farsa”, la persona che si sta cercando di coprire passa da una storia all’altra con altre assurdamente attraenti ed irraggiungibili (logisticamente parlando nella maggior parte dei casi, N.d.R.) e famose almeno una volta al mese. Non si può pensare di coprire con “l’alto profilo” della modella, o della cantante, o dell’attrice che dir si voglia, il ragazzo o uomo “chiacchiarato” e viceversa. Soprattutto se vi è chimica zero e paparazzi dovunque.

Fidanzata/o di lunga data

Altro errore spesso fatto da management e agenzie pr è quello di puntare sulla fidanzata di lunga data. Si può scegliere e chiedere il favore ad un’amica della persona in questione, ma se non c’è chimica, si ripete mezzo stampa che la persona non è assolutamente omosessuale nella realtà e si cade nell’errore della sovraesposizione della coppia… tanto vale lasciare perdere. Vi è semplicemente il rischio di inasprire conflitti che porteranno ad un sofferto (da parte di tutti) coming out.

Leggi ora  Sì ai matrimoni gay di Barack Obama, reazioni di Adam Lambert, Jane Lynch, Neil Patrick Harris, Adam Levine, Cyndi Lauper