Bromosexual, Fauxmosexual, Nomosexual: cosa sono?

di Valentina Cervelli Commenta

Bromosexual, Fauxmosexual, Nomosexual: cosa sono? Facendo i “compiti” da bravi cerchiamo sempre di rimanere aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo LGBTQ e grazie ad una webseries abbiamo trovato il modo di parlare ed “etichettare” 3 degli stereotipi gay più diffusi… tra gli omosessuali maschi.

Perché diciamolo, le donne sono sempre meno complicate, a prescindere dall’orientamento sessuale.

Bromosexual

Già la parola bromosexual ci fa accapponare la pelle. Qualsiasi cosa che abbia come suffisso bro o man è sempre foriero di delusioni. E va detto che questo stereotipo non fa eccezione. Il bromosexual è il ragazzo gay che non ha il coraggio di identificarsi come tale e per questo usa il termine bro… quasi per sentirsi più etero.

Fauxmosexual

E’ probabilmente definibile l’opposto del precedente. Sotto questo termine si riconoscono coloro che hanno fatto coming out da poco e che sono guidati da una sorta di desiderio incontenibile di mostrare la loro omosessualità attraverso un grande utilizzo di manifestazioni…”glitterate“.

Nomosexual

Il nomosexual è il gay che ripudia tutto ciò che abbia a che fare con il mondo LGBTQ. L’unica cosa che non rinnega è la sua sessualità. Ma non vuole sentir parlare di bandiere rainbow o altre manifestazioni tipiche della comunità queer. Non vi azzardate a parlare di unicorni davanti a lui.

Forse tutti quanti dovremmo prenderci meno sul serio ed accettare con più tranquillità quel che siamo e facciamo, che ne dite? Il bello della comunità LGBTQ è la capacità che ha di accogliere tutti, perché tradirla in questo modo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>