Usa: infermiera lesbica reintegrata nell’esercito

Home » Cultura Gay » Usa: infermiera lesbica reintegrata nell’esercito
Spread the love

Usa: infermiera lesbica reintegrata nell'esercito Cultura Gay GLBT News Nonostante il Senato americano si sia espresso di recente a sfavore dell’abolizione della legge del Don’t ask don’t tell, nella realtà le cose stanno diversamente. Infatti il giudice Ronald B. Leighton ha ordinato il reintegro di una infermiera delle forze armate dopo che era stata scoperta la sua omosessualità.

Margaret Witt, questo il nome della donna, era stata licenziata dal suo incarico dopo che l’ex marito della compagna aveva rivelato ai suoi superiori il suo orientamento sessuale. La politica del Non chiedere non dire impone ai soldati americani di non ammettere pubblicamente la propria omosessualità, pena l’esclusione dalla vita militare.

Nella sentenza emanata dal giudice Leighton della corte Distrettuale degli Stati Uniti si legge che non vi alcuna discrepanza tra l’essere lesbica e lo svolgere diligentemente il lavoro all’interno all’esercito:

Non è stata addotta nessuna prova credibile alla Corte che indichi che il comportamento sessuale del maggiore Witt possa aver avuto, in qualsiasi momento, un’ influenza negativa sull’unità morale, l’ordine, la disciplina e la coesione.

L’associazione omosessuale Service members Unite ha sottolineato come la sentenza sottolinei ancora una volta la necessaria abolizione della DADT:

Ancora una volta un giudice ha preso una decisione giusta, storica e coraggiosa contro una legge discriminatoria e anti-costituzionale.

Leggi ora  Carlo Giovanardi: "L’Olocausto dei gay non c’e’ mai stato". (Audio)