Rocco Buttiglione: “Essere gay è moralmente sbagliato come l’adulterio o non pagare le tasse”

Home » Cultura Gay » Rocco Buttiglione: “Essere gay è moralmente sbagliato come l’adulterio o non pagare le tasse”
Spread the love

Rocco Buttiglione: "Essere gay è moralmente sbagliato come l'adulterio o non pagare le tasse" Cultura Gay Intervenendo al programma radiofonico di Radio 2, Un giorno da pecora, condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro, Rocco Buttiglione, tra i leader più veraci dell’UDC di Pierferdinando Casini, ha puntualizzato il proprio punto di vista sugli omosessuali:

Essere gay è oggettivamente sbagliato. Non sono contro la discriminazione nei confronti dei gay, ma moralmente non sono d’accordo. Essere gay è moralmente sbagliato, come lo è l’adulterio, il non pagare le tasse o il non donare soldi ai poveri.

Immediata la risposta di Nichi Vendola a cui implicatamente erano rivolte le frecciatine. Lasciando la Conferenza delle Regioni, il governatore della Puglia ha detto:

Un’inutile volgarità, una sciocchezza dal punto di vista scientifico e una bestemmia dal punto di vista evangelico. Mi spiace per lui, si espone gratuitamente a giudizi pesanti che io non voglio esprimere. Buttiglione è un uomo molto intelligente ma ogni tanto inciampa sui suoi medesimi fantasmi. Se la poteva risparmiare…

Nella lista dei mali peggiori da paragonare all’universo glbt mancavano solamente la lebbra, il conto bancario in rosso e le catastrofi naturali ed il festival dell’ipocrisia avrebbe avuto la sua giusta quadratura del cerchio. Un trasferimento di massa verso terre lontane?

Leggi ora  Andrew Gibson: "Mio fratello Mel non è omofobo"