Pontifex: “Lucio Dalla ha pietosamente attenuato la sua omosessualità”

di Marziano Commenta

Dopo l’outing del Tg La7 arriva anche quello di Pontifex. Sembra proprio che tutti erano a conoscenza del fatto che Lucio Dalla era gay, senza che quest’ultimo ne abbia mai fatto menzione in tutta la sua carriera. Il sito cattolico, annunciando la morte del cantante, non perde occasione per sminuirlo anche per le sue “debolezze sessuali”:

Negli ultimi tempi Dalla aveva mostrato grosse battute a vuoto (vedi la brutta esibizione a Sanremo), ed una colossale perdita di consensi. Insomma, non era il Dalla che conoscevamo, forse al declino o forse già sofferente. Di lui si può segnalare la meritoria battaglia per non consentire la trivellazione dei fondali delle Tremiti in Puglia. Detto delle sue qualità, corre obbligo di segnalare i lati negativi. Glissiamo sulle sue debolezze sessuali ben note e pietosamente attenuate, ma non è pensabile trascurare le sue posizioni ambigue e spesso favorevoli all’omosessualità praticata ed all’orgoglio gay.

Tralasciando il fatto che si continua a dire che Lucio Dalla era orgogliosamente omosessuale, non si comprende il motivo per cui Pontifex continui ininterrottamente a profetizzare – molto peggio di Celentano – senza che nessuno faccia assolutamente nulla per impedirlo. Non sarà che le trivellazioni dei fondali delle Tremiti hanno raggiunto i crani dei giornalisti di Pontifex?

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>