Coming out ed outing: la differenza

di Valentina Cervelli Commenta

La confusione che regna ancora su due termini come coming out e outing quasi sempre, soprattutto se applicata in contesti che possiamo definire particolari per l’impatto sociale che hanno, rischia di vanificare gli sforzi che si fanno (purtroppo ancora necessari) per far comprendere la bellezza e la normalità del mondo LGBT. Una volta per tutte chiariamo la differenza tra i due termini.

Outing: quando l’omosessualità viene rivelata da altri

Con il termine outing si definisce quella pratica, in molti casi decisamente subdola e priva di rispetto per la persona interessata, di rivelare l’omosessualità di un individuo che ancora non ha reso nota la sua tendenza sessuale pubblicamente. Purtroppo, in un mondo come il nostro che ancora tende in molti casi a considerare l’eterosessualità come la sola unica “via” possibile per motivazioni pseudo-religiose o sociali di diversa tipologia, mai un atto di questo genere è spinto da buone intenzioni.  In realtà “l’outing” è nato in America grazie a Michelangelo Signorile, un giornalista che da sempre sostenitore del movimento LGBT usava “smascherare” in questo modo tutti quei politici conservatori che coprivano la loro omosessualità mascherandosi dietro un deprecabile atteggiamento omofobico politico. In Italia viene confuso con il coming out.

Coming Out: quando una persona rivela di essere omosessuale

Quando una persona decide di rivelare le proprie tendenze omosessuali pubblicamente, fa coming out. Questo momento è molto importante nella vita di una persona omosessuale, perché è quello in cui finalmente esce allo scoperto con i propri cari, i propri amici, la società in generale. Raccogliendo le reazioni delle persone vicine. Purtroppo la nostra società è ancora fortemente condizionata da una grettezza di fondo che non consente spesso di passare senza traumi questo particolare passaggio. Ed è per questo motivo che sebbene spesso con gli amici si tenda a farlo molto presto, possono passare anche molti anni prima che si abbia il coraggio di rivelarsi alla propria famiglia.

Photo Credit | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>