#Mundopropaganda, la Germania contro l’omofobia su GQ – video

di Valentina Cervelli Commenta

Daremo oro per vedere creare e mettere in atto nel nostro paese una iniziativa come #Mundopropaganda, la campagna contro l’omofobia pubblicata su GQ Germania in risposta a tutto ciò che sta accadendo in Russia. I cugini teutonici, non dimentichiamolo, sono anche quelli che hanno messo a punto nuove divise rainbow proprio per le Olimpiadi invernali che si svolgeranno in quel paese.

Attori, scrittori, musicisti, atleti:  le persone più in vista in Germania in questo momento hanno deciso di colpire l‘omofobia russa a suon di baci. E lasciateci dire che mai iniziativa fu più azzeccata rispetto a #Mundopropaganda. Semplice, chiara, diretta, concisa. E soprattutto una vera e propria dimostrazione di amore. La migliore risposta all’odio in ogni caso. Ed è inutile prendersi in giro. E’ necessario mettere un freno a questo abominio. Perchè tale è ciò che sta succedendo in Russia. Uno dei protagonisti di questo servizio fotografico si chiede perché le Olimpiadi si svolgano comunque nel paese. Ed ad essere sinceri ce lo chiediamo pure noi. Ci chiediamo con forza se a livello sociale non sia effettivamente possibile spingere per la salvaguardia di diritti umani che vengono calpestati.

La gente viene TORTURATA e ripresa in video nel corso di questo atto. Abbiamo utilizzato il capslock perchè vogliamo dare peso a quella parola. Come possibile che il mondo rimanga fermo davanti a tale barbarie. E solo perché si amano persone dello stesso sesso? Da quando hanno smesso in Russia di comportarsi da essere umani e si sono trasformati in delle bestie piene di odio? Non vogliamo fare di tutta l’erba un fascio, ovviamente. Ma il fatto che Stato e Chiesa siano orientati entrambi per una soppressione dell’amore omosessuale ci lascia sconvolti e feriti perché più che gridare il nostro dolore ed il nostro dissenso non possiamo fare. Quindi siamo completamente d’accordo con il messaggio di amore di #Mundopropaganda su GQ. E speriamo che anche nel nostro paese avvenga una presa di coscienza di questo genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>