La Regione Toscana istituisce un assessorato contro l’omofobia

Home » Cultura Gay » La Regione Toscana istituisce un assessorato contro l’omofobia
Spread the love

La Regione Toscana istituisce un assessorato contro l'omofobia Cultura Gay Nell’ultima redistribuzione di deleghe e incarichi voluta dal governatore della Toscana Enrico Rossi (Pd), Salvatore Allocca (Pcr), attuale Assessore al Welfare ha ricevuto una speciale delega per l’attuazione della legge regionale 63/2004, ovvero, quella denominata: “Norme contro le discriminazioni determinate dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere”. Scrive Il Giornale della Toscana

L’assessore Allocco dovrà ora anche garantire le politiche della Giunta Regionale contro la discriminazione verso omosessuali e transessuali; la legge regionale 63, infatti, pone come obbiettivo principale l’annullamente e l’estinzione di ogni sorte di discriminazione legata all’identità di genere anche attraverso incentivi economici per l’ingresso nel mondo del lavoro. Questo è un messanismo già messo in pratica con le famose carte “Ila”, nel 2007, e che prevede un bonus di circa 2500 euro per ogni transessuale col fine di favorirne la collocazione nel mondo del lavoro.

Un buon passo in avanti per combattere la brutta piaga dell’omofobia. Ci auguriamo che l’attuazione dei poteri attributi ad Allocca avvenga in modo effettivo ed con un pugno duro per tutelare i gay toscani da qualsiasi forma di violenza discriminatoria.

Leggi ora  Il sindaco Riccardo Missiato vuole cacciare i gay da Spresiano: "Sono malati e deviati"