Inghilterra, governo contro omofobia nello sport

Home » GLBT News » Inghilterra, governo contro omofobia nello sport
Spread the love

Inghilterra, governo contro omofobia nello sport GLBT News Omofobia

In Inghilterra, i ministri del governo avrebbero accusato alcuni club inglesi di calcio per non riuscire a sostenere una nuova campagna per arginare l’omofobia nel gioco: gli attivisti dei diritti gay hanno approvato l’idea che alcuni club di alto profilo, semplicemente, non stiano facendo abbastanza.

Una fonte governativa anonima ha detto al quotidiano The Independent che i ministri sono furiosi che, su 160 club, solo una parte di questi abbia chiesto di aderire alla campagna contro l’omofobia nello sport.

La critica segue tre incidenti omofobi su alcuni giocatori: Ravel Morrison del Charged Football West Ham ha ricevuto recentemente un insulto violentemente-gay su un sito di social networking, mentre a gennaio 2012 Michael Ball del Leicester City è stato multato con 6000 sterline per un commento anti-gay su Twitter e infine Lee Steele dell’Oxford City Football Club è stato licenziato per una battuta omofoba pubblicata on-line.

Tutti i 20 club della Premier League hanno firmato la Carta dello Sport che mira a promuovere la parità nel mondo dei giochi; tuttavia, solo una manciata di club ha aderito alla campagna Calcio vs. Omofobia: hanno aderito il Newcastle United, Liverpool FC, Midlands’ Aston Villa, Norwich City e Arsenal di Londra.

Photo Credits | Getty Images

 

Leggi ora  Ghana, l'82% della popolazione è contro i gay per motivi religiosi