Gianni Alemanno: “Più tasse per single e coppie gay”

Home » Cultura Gay » Gianni Alemanno: “Più tasse per single e coppie gay”
Spread the love

Gianni Alemanno: "Più tasse per single e coppie gay" Cultura Gay Intervenendo alla Conferenza nazionale della famiglia in corso a Milano, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno ha proposto di imporre più tasse ai single e alle coppie (gay comprese) di fatto per risanare i bilanci dello Stato (Fonte Corriere Della Sera):

Bisogna sfuggire alla tentazione di voler dare tutto a tutti, e quindi ai gay e ai single, altrimenti non faremo mai politiche familiari. Bisogna concentrarci sulla famiglia della Costituzione formata da un uomo e una donna che fanno figli. Questo non vuol dire però discriminare le altre persone, vuol dire che la difesa dei diritti individuali non sono politiche familiari. Per favorire gli sgravi fiscali nei confronti delle famiglie numerose è giusto tassare maggiormente i single e le famiglie con pochi figli, visto che non ci sono le risorse per abbassare le tasse a tutti. Invito Giovanardi e il Parlamento a fare già in questa legislatura la riforma del quoziente familiare.

Netta la condanna del primo cittadino di Bari, Michele Emiliano, che più volte ha fatto riferimento al principio di uguaglianza espresso nell’articolo 3 della Costituzione:

Trattare stesse situazioni in modo simile, fermo restando che la Costituzione parla di famiglia fondata sul matrimonio. Ma se ci sono stessi bisogni vanno affrontati alla stessa maniera. Se si rompe il femore il compagno di un uomo è uguale se se lo rompe la moglie di un altro. Non ho trovato nella costituzione motivo per discriminare queste situazioni. Non ha senso che per aiutare le famiglie con figli si tassino di più i single, non risolve il problema. L’incertezza del futuro riguarda tutti e tutte le fasce d’età.

Maria Gemma Azuni, rappresentante di Sinistra, Ecologia e Libertà è indignata:

Riconoscere diritti e provvidenze solo a favore della famiglie canonizzate dal matrimonio non discrimina, e ghettizza, solo le coppie gay, ma, purtroppo, tutte le situazioni di convivenza e di famiglie allargate, e soprattutto tutti quei minori figli di coppie non sposate.

Reazioni infuocate anche nel PD. Enzo Foschi, consigliere del Pd della regione Lazio, condanna nettamente le parole di Alemanno (Fonte Asca):

Sono davvero gravi le dichiarazioni di Alemanno che usa parole e toni discriminanti nei confronti dei gay e dei single, che per lo piu’ sono anche giovani, nel tentativo maldestro di addossargli la colpa di politiche per la famiglia ad oggi inesistenti. Sono parole pericolose perche’ visti i tanti episodi degli ultimi episodi a sfondo omofobo, potrebbero trovare terreno fertili in tanti stupidi che non aspettano altro che la miccia venga accesa. La realta’ e’ che non si possono pensare politiche per la famiglia, che tutti attendiamo con ansia mentre la giunta Alemanno non fa che tagliare servizi al sociale e al sostegno della genitorialita’ annunciando anche che non si faranno piu’ nidi comunali, senza prima pensare di riconoscere i diritti individuali di ognuno. E ricordo, infine, al sindaco, che ‘volere dare tutto a tutti’ dovrebbe essere la principale aspirazione di un primo cittadino di una Capitale come Roma.

Leggi ora  Unhcr chiede maggior sostegno ai rifugiati gay