Colton Haynes: ora posso essere me stesso

di Valentina Cervelli Commenta

Colton Haynes è stato premiato con il Visibility Award, riconoscimento consegnato dalla HRC a chi “alza la voce per parlare di uguaglianza e accettazione”. E questa definizione non potrebbe essere più precisa parlando dell’attore di Teen Wolf ed Arrow.

Perché purtroppo, al pari di altri, ha avuto bisogno di seguire un lungo percorso ed aspettare per fare coming out con il suo pubblico e iniziare a vivere apertamente alla luce del sole. Ma da quanto è riuscito ad eliminare la “cortina” che lo avvolgeva non si è fermato nel tentare di far comprendere, attraverso la sua storia, come possa essere difficile talvolta fare un percorso di questo genere. Colton Haynes ha sperimentato sulla sua pelle gli effetti del non essere pronto alla pressione di un mondo come Hollywood. A 27 anni è dovuto andare in rehab per evitare un collasso nervoso, sveniva e tuttora sta curando un ulcera causata dalla sua condizione psicologica. E spiega:

Mi ci è voluto davvero tanto per arrivare dove sono ora. Molte persone nel mondo dell’entertainment, che non mi conoscevano bene, sono rimaste spiazzate dal mio coming out: ma il mio essere gay è naturale come il colore dei miei occhi, nessuno decide di esserlo. Ho avuto così tanti ruoli da attore, ma stasera posso essere veramente me stesso per la prima volta ed è incredibile.

Non sono mancate lacrime ed un augurio:

Molte altre persone sono venute prima di me e si sono imposte come modelli per la comunità LGBT. Sto camminando nelle loro scarpe e sto seguendo i loro insegnamenti. Spero che il mio esempio dia alla prossima generazione LGBT la sicurezza di essere ciò che sono apertamente, senza paura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>