Chuck Norris: “Le scuole americane sono troppo gay”

Home » Cultura Gay » Chuck Norris: “Le scuole americane sono troppo gay”
Spread the love

Chuck Norris: "Le scuole americane sono troppo gay" Cultura Gay Chuck Norris, conservatore e accanito oppositore dei matrimoni gay, si è detto contrario altresì alla propaganda pro-gay svolta nelle scuole e lo ha riferito in un articolo sul World Net Daily. Nella prima parte dell’articolo, Norris cita la visione dell’Università della Virginia proposta da Thomas Jefferson nel 1820. L’attore si riferisce anche all’opera Caduta libera dell’università americana, scritta da Jim Nelson Black, e riporta alcune sue considerazioni:

Una chiara discriminazione pervade i meccanismi dell’accademia pubblica. Si insegna agli studenti a disdegnare l’America, a sperimentare sessualmente, a difendere forzatamente l’aborto o l’omosessualità, come a divenire difensori culturali della politica corretta, del relativismo, della globalizzaizione, dei progetti Green e della tolleranza per ogni cosa!

Norris ha poi aggiunto:

Non sono sorpreso, quindi, del fatto che 6.000 studenti ogni anno abbandonino approssimativamente 94.000 scuole pubbliche americane. Se la politica di essere “out” viene perseguita anche dalla scuola pubblica, come viene già fatto da Unioni e governi e se questa politica si oppone ancora ai curricula conservatori, ci sarà un vero esodo di massa dalla scuola pubblica americana.

Leggi ora  Pdl, assessore Giuseppe Ripa: "Vendola? Gay con turbe psichiche