Cardinale Tarciso Bertone:”Esiste una relazione tra omosessualità e pedofilia”

Home » Cultura Gay » Cardinale Tarciso Bertone:”Esiste una relazione tra omosessualità e pedofilia”
Spread the love

Cardinale Tarciso Bertone:"Esiste una relazione tra omosessualità e pedofilia" Cultura Gay Monsignor Tarciso Bertone, segretario di Stato vaticano, ne sa una più del diavolo. Per nascondere i tanti “segreti” riguardando i vari episodi legati ai preti pedofili, l’alto prelato della Chiesa romana attaca ripetutamente gli omosessuali, ancora mal tollerati ed integrati con il tessuto religioso del Vaticano. L’ultima “bufala”, in ordine temporale, è l’esistenza di una possibile relazione tra omosessualità e pedofilia, oggetto di analisi di non meglio identificati studiosi americani

È stato dimostrato da molti psicologi e psichiatri che non c’è legame tra celibato e pedofilia. Abbiamo statistiche dell’Onu e dell’Unicef relative a migliaia di casi riguardanti tutte le categorie e che non parlano solo della Chiesa cattolica, perché ha aggiunto è una percentuale minima. È ora di finirla con questi attacchi sempre solo alla Chiesa cattolica. Molti altri studiosi hanno invece dimostrato un legame tra omosessualità e pedofilia.

Affermazioni sconcertanti che hanno provocato lo sdegno a la condanna dell’intero movimento omosessuale. Secca la replica di Franco Grillini

Gravissime le affermazioni del segretario di Stato vaticano Bertone per l’accostamento che fa tra omosessualità e pedofilia. Un accostamento del tutto destituito di fondamento, perché, come ognuno sa, i casi di pedofilia si concentrano soprattutto nelle strutture educative cattoliche e nella famiglia tradizionale, come dimostra il 90% dei casi giudiziari di violenza sui minori. Le dichiarazioni di Bertone la dicono lunga sullo stato dell’attuale disperazione vaticana, se sono costretti a buttare la croce sugli omosessuali che sono invece il gruppo umano meno coinvolto in assoluto in casi di pedofilia. La Chiesa cattolica, anziché buttare la croce addosso ad altri dovrebbe implorare il perdono per aver coperto per decenni, forse per secoli, quello che possiamo definire il più grande scandalo sessuale della storia dell’umanità.

Dura anche la risposta dell’Arcigay, attraverso le parole di Paolo Patanè

L’equazione omosessualità-pedofilia, falsa, ignobile e anti-scientifica, è un’affermazione disonesta che colpisce la vita e la dignità di milioni di persone gay e lesbiche, confermando il cinismo, la mancanza di scrupoli e la crudeltà di quelle stesse gerarchie vaticane che hanno coperto per anni i crimini sessuali perpetrati in tutto il mondo da esponenti della chiesa contro la vita di migliaia di bambini e bambine innocenti. Di quei corpi brutalmente violentati, di quell’infanzia e di quelle vite distrutte, la chiesa porta la piena e vergognosa responsabilità, e non sarà tentando di distogliere l’attenzione dalle sue stridenti contraddizioni e dalle sue omertà interne che potrà sottrarsi ad un giudizio severissimo per reati sessuali denunciati in tutto il mondo contro i preti pedofili. Siamo davvero indignati per le parole che Bertone ha pronunciato in Cile: non tenti la chiesa di trasferire le sue colpe sulla pelle di altre persone innocenti, e pensi piuttosto ad interrogarsi sulla sua mancanza di umanità.

Solidarietà anche da parte del gruppo Nuova Proposta, donne e uomini omosessuali cristiani

Il Gruppo “Nuova Proposta – donne e uomini omosessuali cristiani” esprime un profondo sconcerto di fronte alle parole del cardinal Tarcisio Bertone, giunte ieri da Santiago del Cile, in cui si è messa in relazione la pedofilia con l’omosessualità. In un momento in cui ci si aspetterebbe dalla Gerarchia Vaticana, e dalla Chiesa tutta, esclusivamente un atteggiamento di compassione nei confronti delle vittime dei sacerdoti pedofili, il cardinal Bertone non ha perso occasione per aggiungere danno al danno, ribadendo il concetto astruso e assolutamente infondato, di collegamento tra pedofilia e omosessualità. In questo modo non solo non ha risolto il problema delle vite dei piccoli devastati dagli abusi dei sacerdoti pedofili, ma ha altresì scaricato il fardello sulle spalle delle persone omosessuali che già sono vittime innocenti dello stigma e del pregiudizio della società. Al cardinal Bertone auspichiamo un sereno percorso di approfondimento della condizione omosessuale che lo spinga in futuro ad agire, nelle parole e nei fatti, in sequela dell’Amore di Cristo e non in contrapposizione, giacché non è frutto della misericordia utilizzare l’orientamento affettivo di alcune persone come “foglia di fico” per allontanare le responsabilità del Magistero Cattolico. Siamo convinti, infatti, che l a vera genesi della questione pedofilia tra i sacerdoti sia esclusivamente da attribuire alla cultura della repressione sessuale che ha provocato numerosi mostri tra cui si inseriscono a pieno titolo i sacerdoti pedofili.

Leggi ora  Starbucks licenzia i dipendenti gay?