Calabria: ragazzi adescavano gay per derubarli

Home » GLBT News » Calabria: ragazzi adescavano gay per derubarli
Spread the love

Calabria: ragazzi adescavano gay per derubarli GLBT News Adescavano omosessuali su Internet per poi derubarli. Questo era il piano organizzato da due giovani di Corigliano Calabro, i quali agivano indisturbati facendo leva sulla paura delle proprie vittime di confessare la loro omosessualità alle forze dell’ordine.

I carabinieri di Corigliano hanno arrestato Eugenio Le Pera e Mario Magno accusati di essere artefici delle rapine. I due ragazzi per prima cosa adescano gli omosessuali all’interno di chat, poi fissavano un appuntamento dal vivo con quello che sarebbe diventato il derubato, e successivamente lo privavano di ogni bene.

Per il momento ci sarebbe un solo caso accertato di rapina, i carabinieri stanno indagando su altri episodi denunciati riconducibili agli stessi artefici. Inoltre, si sta valutando la posizione di una terza persona che potrebbe essere stata coinvolta nel giro.

Leggi ora  Militia Christi ai gay: "Curatevi, non plagiate i bimbi"