Olimpiadi Rio 2016, bacio gay durante la staffetta

di Valentina Cervelli Commenta

Le Olimpiadi di Rio 2016? Non verranno ricordate solo per la naturale carica omoerotica che da sempre viene espressa in tali contesti o per le medaglie vinte, ma anche per quel bacio gay tra i due tedofori che ha fermato per un attimo la staffetta.

olympic-torch-gay-kiss-2

Aprendoci letteralmente il cuore alla speranza ed alla bellezza. E’ innegabile purtroppo che questo nostro stupido mondo combatta ancora con dell’omofobia gretta e becera e non è una novità che tale sentimento impregni il mondo dello sport, spesso e volentieri per colpa dei soli tifosi, portando atleti più o meno noti a non fare coming out per poter gareggiare normalmente. Ecco quindi che un simile contesto, quel bacio sfuggente tra i due tedofori assume un significato forte nonostante la sua semplicità. E’ il gesto che seppur non premeditato entra nella storia per il suo forte messaggio. La foto, scattata da Pedro Verissimo, giornalista e fotografo, è una di quelle che la comunità LGBTQ amante dello sport e non solo ricorderanno a lungo. Lo scatto è apparso su Goqueer e la location dello scatto è il quartiere di Ipanema.

Va detto che dal loro inizio le Olimpiadi di Rio 2016 non hanno assolutamente escluso la diversità dai loro ranghi. E ben venga. Abbiamo il bacio gay ripreso dalla kiss cam della giornata di inaugurazione, la donna transgender Laerte Countinho tra i tedofori e la top model di origine brasiliane Lea T, sempre nel corso della cerimonia, che ha rappresentato il proprio paese nella sfilata. Che si possa avvicinare man mano il giorno in cui la comunità LGBTQ e lo sport non verranno più considerate “antagoniste”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>