No all’omofobia ed alla transfobia

di Valentina Cervelli Commenta

Oggi si celebra la Giornata Internazionale contro l’omofobia e la transfobia, due espressioni dell’ignoranza più becera dell’essere umano. Vengono chiamate fobie, ma il giusto nome per loro sarebbe espressione di razzismo e scarsa maleducazione.

giornata internazionale contro omofobia

In questo giorno si vuole simbolizzare in modo più forte che mai la lotta contro l’omofobia e la transfobia. Il tempo passa, gli anni si avvicendano eppure ogni 17 maggio ci ritroviamo con un fardello sempre più pesante: persone picchiate o uccise per via della loro sessualità non ritenuta nei canoni, giovani che si uccidono perché non sopportano il peso della non accettazione da parte degli altri. Siamo nel 2016, non nel medioevo. Non cinquanta anni fa. Eppure molto poco sembra essere cambiato. Certo, abbiamo raggiunto la possibilità delle unioni civili anche qui nel nostro paese, sebbene la legge sia monca e deludente. Negli Stati Uniti si è ottenuta l’equiparazione. Ma dovunque l’omofobia, spesso nascosta dal fanatismo religioso, continua a fare le sue vittime. Senza sosta. Qualsiasi sessualità che non rientri in quella etero viene presa di mira. In nome di una superiorità inesistente.

Ed ancor peggiore è la situazione per ciò che riguarda la transfobia. Sono tanti, troppo i transgender che si tolgono la vita perché perseguitati e non capiti. Politici e ignoranti si riempiono la bocca di teoria gender e “malattie” annullando le persone e calpestandole senza il minimo ritegno. Giornate come quella di oggi danno modo ancora una volta di dire basta a tutto questo con forza. Potenziano le battaglie che combattiamo ogni giorno tutti, affinché questo non accada più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>