Usa: DADT costato quasi 200 milioni di dollari

Home » GLBT News » Usa: DADT costato quasi 200 milioni di dollari
Spread the love

Usa: DADT costato quasi 200 milioni di dollari GLBT News Non ci voleva tanto per capire che la legge del ‘Non chiedere, non dire’, oltre ad essere altamente discriminatoria nei confronti dei gay, aveva anche un costo scandalosamente elevato. Il Government Accountability Office ha rilasciato una nota in cui vengono indicati i dollari spesi in tutti questi anni dai contribuenti per finanziare tale legge.

Il Don’t ask Don’t tell, dal 2004 al 2009 è costata la bellezza di 193 milioni di dollari. Tale importo è stato speso per la maggior parte nella sostituzione dei soldati espulsi in seguito al coming out (per la precisione 185 milioni); il governo americano pensava che questi sostituti sarebbero stati arruolati e addestrati gratuitamente?

Nel periodo preso in esame, i militari mandati a casa per la loro omosessualità sono stati 3.664. Purtroppo la Corte dei Conti Usa non ha preso in considerazione i costi della DADT dal ’93 (anno in cui entrò in vigore), altrimenti l’indignazione e lo spreco avrebbero raggiunto livelli scandalosi.

Leggi ora  Elsa Fornero: "Sì ai diritti dei singoli, no al matrimonio gay"