Stati Uniti, scuola concede allo studente Couch Maverick di protestare per il Giorno del Silenzio

Home » Cultura Gay » Stati Uniti, scuola concede allo studente Couch Maverick di protestare per il Giorno del Silenzio
Spread the love

Stati Uniti, scuola concede allo studente Couch Maverick di protestare per il Giorno del Silenzio Cultura Gay Manifestazioni Gay Omofobia Primo Piano

Couch Maverick è un giovane gay di 16 anni negli Stati Uniti, studente di scuola superiore di Waynesville,nel sud-ovest dell’Ohio, ha citato in giudizio la sua scuola dopo che il principale gli aveva vietato di fargli indossare una T-shirt con la scritta Gesù non è un omofobo.

Il preside Randy Gebhardt ha concesso al ragazzo di poter osservare la Giornata Nazionale del silenzio gay e lesbica, per sensibilizzare la popolazione e soprattutto il mondo della scuola contro l’omofobia e il bullismo omofobico.

La maglietta è di natura sessuale e, pertanto, indecente e inadeguata in un ambiente scolastico.

In attesa che il tribunale si pronunci in merito alla causa ancora in atto tra l’istituto scolastico e lo studente, che si celebrerà il 20 aprile 2012, Couch Maverick potrà indossare la T-shirt con lo slogan Gesù non è un omofobo per quel solo giorno, in occasione della Giornata Nazionale GLSEN del silenzio.

Christopher Clark, delll’associazione legale a cura e tutela dei diritti lgbt negli Stati Uniti Lambda Legal, ha dichiarato:

Siamo lieti che Maverick sia in grado di indossare la maglietta il 20 aprile; tuttavia, i diritti del Primo Emendamento di uno studente non si limitano a un solo giorno all’anno, continueremo a combattere fin quando a Maverick sia permesso di esprimere quello che è ogni giorno che sceglie.

Photo Credits | Lambda Legal Official Website

Leggi ora  Studio conferma che gli adolescenti figli di coppie lesbiche non risentono di assenza di figura maschile