Stati Uniti, ex studentessa lgbt denuncia scuola omofoba

Home » Omofobia » Stati Uniti, ex studentessa lgbt denuncia scuola omofoba
Spread the love

Stati Uniti, ex studentessa lgbt denuncia scuola omofoba Omofobia Primo Piano

Una scuola negli Stati Uniti vieta smoking e abiti da sera per le foto dell’annuario, a causa di una controversia sui diritti LGBT: la Copiah County School, in Mississipi, chiede a tutti gli studenti (maschi, femmine, etero, gay) di indossare cappello e uniforme come parte di un accordo legale raggiunto con l’ex studentessa Ceara Sturgis.

La studentessa aveva scelto di indossare uno smoking piuttosto che un vestito da donna per lo scatto che sarebbe andato a finire sull’annuario, ma la scuola si era rifiutata di includere la fotografia o qualsiasi menzione della Sturgis nell’annuario.

Il risultato? E’ stata intentata una causa contro la scuola per rivendicare i diritti violati della giovane, che ha portato a misure preventive da parte dell’istituto scolastico come uniforme standard unisex (per non incappare nuovamente in una nuova causa) e modifica della sua politica contro la discriminazione.

 

Leggi ora  Africa, Parlamento Europeo approva risoluzione contro omofobia e violenza sulle donne