Nozze ed amore gay, tenuti nascosti nel mondo dello spettacolo

di Valentina Cervelli Commenta

Ci chiediamo spesso perchè gli amory gay e le nozze gay stesse spesso vengano tenute nascoste o fatte passare sotto traccia dai vari manager e pr nel mondo dello spettacolo. In realtà la risposta la conosciamo, la vera domanda che ci poniamo è il perchè si renda necessario tutto questo. Non è un modo come un altro di appoggiare l‘omofobia?

Ragioniamo ipoteticamente. Abbiamo questa coppia di attori. E’ palese nelle occasioni che si hanno di osservarli insieme che ci sia qualcosa che intercorra tra i due. Alla luce dei flash però, vengono accompagnati sempre da altri individui che per quanto possano sembrare interessati o “intime” (abbiamo l’esempio  Ellen Page e Alexander Skarsgard; la ragazza ha fatto coming out qualche mese fa, N.d.R.),non lasciano convinti i fan e i casuali spettatori che difficilmente hanno la possibilità di vederli sorridenti in foto private o scattate da agenzie fotografiche. A quale pro creare una simile situazione quando probabilmente la coppia ipotetica non scioccherebbe nessuno e non provocherebbe problemi alla carriera degli interessati?

Ma ancor peggio è quando, sempre ipoteticamente (ma non troppo se pensiamo a Matt Bomer ed al marito Simon Hall, N.d.R.) viene coperto addirittura un matrimonio. Per quale motivo portare una celebrità a “nascondere pubblicamente” (perché è certo, nell’ambiente tutto è noto, N.d.R.) la propria famiglia ed addirittura i propri figli in alcuni casi? Non potremmo tutti quanti mettere uno stop all’omofobia prendendo voce e sottolineando che la vita privata della gente del mondo dello spettacolo non influisce il modo nel quale noi li vediamo professionalmente? Sarebbe ora.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>