Mara Carfagna: “Quasi un italiano su 4 preferirebbe non avere un omosessuale come vicino di casa”

Home » Cultura Gay » Mara Carfagna: “Quasi un italiano su 4 preferirebbe non avere un omosessuale come vicino di casa”
Spread the love

Mara Carfagna: "Quasi un italiano su 4 preferirebbe non avere un omosessuale come vicino di casa" Cultura Gay In occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia e la transfobia, il ministro per le Pari opportunità, Mara Carfagna ha ufficializzato dati di un’analisi delle condizioni di vita della popolazione omosessuale in Italia, stilata dall’Unar (l’Ufficio nazionale che fa capo allo stesso ministero che si occupa di discriminazioni razziali):

Quasi un italiano su 4 preferirebbe non avere un omosessuale come vicino di casa. L’omofobia attraversa l’intera schiera di opinioni politiche: non vorrebbe vicini di casa omosessuali il 23% delle persone che si autoclassificano di sinistra, il 26% di quelle di centro e il 25% di quelle di destra.

Ha, pero’, aggiunto:

L’omofobia va diminuendo con gli anni e arrivera’ a scomparire se e’ vero che le diffidenze nell’ approcciarsi all’omosessualita’ si trovano soprattutto nella fascia di eta’ di 50 anni e piu’ e che per gli intervistati tra i 18 e i 35 anni il problema dell’accettazione praticamente non sussiste o viene rilevato in percentuali bassissime. Per un ragazzo un omosessuale merita lo stesso identico rispetto e considerazione di cui gode un eterosessuale.

E concluso:

Colpisce l’assoluta trasversalita’ di questo sentimento nelle diverse aree geografiche del Paese: non risulta, a dispetto dei pregiudizi, che al Sud, per esempio, vi sia un grado di sessismo piu’ pronunciato. Esiste, semmai, un sentimento di chiusura piu’ marcato nei centri piu’ piccoli, sotto ai diecimila abitanti, rispetto alle città.

Leggi ora  Minacciano divorzio contro matrimonio gay