Il Giudizio Universale di Michelangelo? Pieno di sesso gay

Home » Cultura Gay » Il Giudizio Universale di Michelangelo? Pieno di sesso gay
Spread the love

Il Giudizio Universale di Michelangelo? Pieno di sesso gay Cultura Gay Nemmeno l’arte rinascimentale scappa al ciclone gay. Questa volta, a finire sotto la lente d’ingrandimento degli addetti ai lavori è Il Giudizio Universale di Michelangelo, che conterrebbe espliciti riferimenti al sesso omosex. L’artista, dichiaratamente gay, si sarebbe ispirato ai bordelli che frequentava assiduamente per riprodurre gli uomini e le scene di uno dei suoi più riusciti capolavori. Scrive il Los Angeles Times:

Elena Lazzarini, ricercatrice all’Università di Pisa, ha di recente pubblicato uno studio che chiarisce come Michelangelo si fosse ispirato alle sue frequenti visite ai bordelli gay ed ai bagni turchi. L’autrice sottolinea chiari esempi di immaginario omoerotico, ad esempio, nel ‘Giudizio Universale’, incluso un uomo tirato fra i testicoli e scene di strenua attività maschile nuda.

A quanto pare la possibilità di un’opera gay friendly non ha scandalizzato il direttore dei Musei Vaticani, che intervistato dalla stampa estera, ha prontamente risposto:

Un’ipotesi non costituirebbe alcun imbarazzo per la Chiesa: Michelangelo studiava il corpo umano ovunque, incluso negli ospedali. E questa passione per il corpo umano, specialmente maschile, rimane invariata. Se ci fosse stato imbarazzo, ci sarebbe stato allora, non ora.

Leggi ora  Bulgaria: le norme anti-gay pride dovranno essere cancellate