Escola Jovem, la scuola d’arte brasiliana per artisti gay contro l’omofobia

di Sebastiano Commenta

Escola Jovem è una scuola d’arte, con sede a Campinas, una città di circa un milione di abitanti, a nord di São Paulo do Brasil, che accoglie studenti gay da ogni parte del mondo.

L’istituto ha come principale obiettivo quello di valorizzare e diffondere la cultura lgbt, attraverso corsi orientati a stimolare la creatività, la creazione di riviste, danza, musica, teatro, televisione; come mettere in scena spettacoli da drag queen; un decalogo dettagliatissimo sul modo di essere e agire da gay, lesbiche, transessuali, travestiti. Così Deco Ribeiro, direttore della Scuola LGBT Youth commenta il successo dell’iniziativa.

La scuola è un punto centrale di cultura. Il fatto che i corsi sono aperti a tutti e non solo i giovani gay è parte della nostra strategia di lotta contro l’omofobia. Insegniamo la nostra arte a chi non ci conosce. Se l’apprezzamento della cultura nera è la strategia del movimento nero, così come succede per vari popoli, perché non valorizzare la cultura LGBT?

Una valida alternativa per arginare il fenomeno della prostituzione diffusissimo nel Paese carioca, un aiuto efficace (attraverso borse di studio ed altre forme di finanziamenti) per combattere la povertà nelle zone più a rischio ed accettare la propria omosessualità. L’istituto si prefigge di vivacizzare il dibattito sulla questione gay e superare i pregiudizi verso la comunità lgbt brasiliana, martoriata da pressanti forme di discriminazione

Per combattere l’omofobia, il pregiudizio contro gli omosessuali, dobbiamo discutere, pubblicizzare e dare visibilità all’universo GLBT. Si tratta di incoraggiare queste persone a trovare la felicità nella diversità, la costruzione della loro vera identità, senza dover far finta di essere altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>