Don Franco Barbero sostiene l’Europride 2011: “È lo Spirito di Dio che ti incalza a lottare contro l’omofobia”

Home » Cultura Gay » Don Franco Barbero sostiene l’Europride 2011: “È lo Spirito di Dio che ti incalza a lottare contro l’omofobia”
Spread the love

Don Franco Barbero sostiene l'Europride 2011: "È lo Spirito di Dio che ti incalza a lottare contro l'omofobia" Cultura Gay Don Franco Barbero, uno tra i preti più friendly del momento, ha invitato i suoi fedeli a rallegrarsi per l’Europride 2011 dell’11 giugno. In una lunga lettera, il sacerdote ha sintetizzato il suo pensiero:

Mia cara chiesa, popolo e pastori, spero che il tuo cuore si rallegri vedendo questa folla immensa che viene da molti Paesi dell’Europa e del mondo. È la gioiosa e colorata festa degli omosessuali e delle lesbiche che la città di Roma ha quest’anno il privilegio di accogliere. Stanno invadendo pacificamente le strade e le piazze per dire a tutto il mondo che l’amore è il dono più bello, che l’amore è possibile a tutti/e, che l’amore è una realtà impegnativa, che non ci sono amori di serie A e di serie B.

Ha proseguito:

Rallegrati, chiesa di Roma, popolo e pastori, lascia cadere i muri alla cui costruzione spesso hai collaborato. Entra, con lo sguardo e la tenerezza di Gesù, in queste vie e in queste piazze perché questi uomini e queste donne possano averti e sentirti compagna di viaggio. Mescolati con le loro danze e le loro canzoni, con le loro lacrime di gioia e di dolore, con le loro speranze. Tra loro si contano migliaia di sacerdoti e di prelati. A milioni nel mondo fanno parte delle chiese locali. Molto spesso si tratta di persone che portano nei loro cuori una fiducia ardente nel Dio di cui ci parla Gesù.

E concluso:

Mia cara chiesa, popolo e pastori, è Pentecoste! Sono sicuro che un vento caldo e impetuoso ti solleverà dalle tue paure e sarai anche tu voce che proclama il diritto di ogni uomo e di ogni donna ad amare secondo la sua natura. È lo Spirito di Dio che ti incalza e ti sollecita a lottare contro l’omofobia e contro ogni discriminazione. Non resistere a Dio: non ti mollerebbe. Lasciati coinvolgere.

Leggi ora  Néstor Kirchner difende la legge sui matrimoni gay