Coppie gay in tv, perchè piacciono

di Valentina Cervelli Commenta

Perché le coppie gay in tv piacciono al pubblico? Eliminando quella fascia di persone perse nel loro bigottismo e nella loro omofobia gretta, è notabile dai ratings e dalle condivisioni social che alle persone più giovani ed ai fruitori della maggior parte delle serie televisive la storia d’amore omosessuale piace e molto.

Che siano due donne o due uomini poco interessa: l’amore nella sua totalità è quello che mostra avere maggiore attrattiva nelle nuove generazioni e questo non può essere che un bene.Ed il perchè è molto semplice da comprendere: sono le nuove generazioni che rimpolperanno la società attuale con le loro menti ed i loro comportamenti e se si vuole avere una minima possibilità di combattere l’omofobia davvero è su di loro che si deve far leva. Le coppie gay in televisione rappresentano proprio questo: un ottimo strumento di normalizzazione di qualcosa che viene visto come diverso. Prendiamo ad esempio quella che in televisione è diventata una delle coppie più amate, quella composta da Kurt e Blaine in Glee, portati sullo schermo da Chris Colfer e Darren Criss.  L’incredibile alchimia tra i due attori ha portato alla creazione di un duo dinamico che ha accompagnato gli spettatori attraverso gli alti e bassi di una relazione iniziata in adolescenza e poi cresciuta insieme ai suoi protagonisti fino alla maturità, passando per il matrimonio fino ad arrivare alla genitorialità attraverso una maternità surrogata.

Un ciclo completo che dimostra come la famiglia gay e l’amore gay siano esattamente come quelle etero. Una normalità che le coppie gay in tv riescono a mostrarci con semplicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>