Glee, perchè la coppia Klaine ha cambiato la televisione

di Valentina Cervelli Commenta

Quando si parla di Glee si finisce quasi sempre per parlare della Klaine, la coppia gay del telefilm interpretata da Chris Colfer e Darren Criss. I due attori sono rispettivamente nella finzione, per chi non lo sapesse,  Kurt Hummel e Blaine Anderson. Due ragazzi che nel corso degli anni hanno cambiato la televisione negli Stati Uniti. Ed un po’ anche la nostra.

Non capita spesso di poter parlare di personaggi televisivi che effettivamente siano in grado di modificare la società e anche noi, pur avendo dato spesso aggiornamenti su Darren Criss e Chris Colfer,  non abbiamo mai analizzato effettivamente il ruolo che questa coppia ha avuto nello sdoganare, anche nella nostra televisione, l‘amore gay. Complice l’indubbia chimica tra i due attori, la Klaine è cresciuta man mano nelle puntate, riuscendo ad aprire uno spaccato di naturalezza e di semplicità che difficilmente viene colto in televisione dove spesso l’omosessualità viene rappresentata come una caricatura.

Con i personaggi di Darren Criss e Chris Colfer non è mai successo tutto questo. Blaine Anderson e Kurt Hummel sono due personaggi creati su misura per essere l’uno complementare dell’altro. Kurt in particolare è passato attraverso diversi stadi di crescita: è stato vittima di omofobia ma è riuscito addirittura a perdonare ed a diventare amico del suo carnefice, un gay “represso”.  Blaine nella sua “ingenuità” giovanile ha davvero cambiato la sua vita per stare vicino al ragazzo che amava, cambiando scuola, ma è stato anche quello che poi ha tradito e che ha dovuto riconquistare la fiducia del suo uomo. E’ una coppia speciale nella sua normalità. E cosa dire del fidanzamento avvenuto nella prima puntata della 5 serie? E non si era mai visto niente del genere prima in tv. Ed in Italia, paese dove anche un film premio Oscar come Brokeback Mountain ha subito dei tagli indecenti, Glee è stato capace di portare baci gay e tanti temi non affrontati prima alla portata di qualsiasi generazione.

E se vi sembra poco… pensate a quanto è difficile combattere l’omofobia e a quanto grazie a Glee generazioni intere di ragazzi sono stati educati in modo esatto con dei semplici personaggi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>