Coming out, come cambiano i tempi con Michael Sam

Home » Coming Out » Coming out, come cambiano i tempi con Michael Sam
Spread the love

Coming out, come cambiano i tempi con Michael Sam Coming Out Primo Piano

In questi giorni ha fatto molto scalpore in America, e ci teniamo a sottolinearlo positivamente, il coming out di Michael Sam, stella nascente del football americano contesto da molte squadre dell’NFL. In questo sport, come nel calcio da noi, questo tipo di apertura non è molto diffusa: motivazione per la quale ogni gesto in tal senso rappresenta una pietra miliare.

Michael Sam è un ottimo atleta ed un ragazzo come tanti altri che ha deciso per il suo bene soprattutto, di rompere gli schemi dell’omertà che di solito colpiscono il mondo sportivo ed aprire se stesso al proprio pubblico ed alla propria squadra. La verità di solito paga rispetto al silenzio impregnato di chiacchiere e se chiedete all’atleta perché abbia deciso di fare coming out, spiega che era arrivata l’ora, che non voleva incomprensioni negli spogliatoi e che, semplicemente, voleva poter vivere alla luce del sole la storia con il suo ragazzo, nuotatore.  E come dargli torto?

Ma ci viene anche spontaneo pensare che questo gesto di “rottura” e di contrasto contro l’omofobia latente (e non sempre nascosta, N.d.R.) del football americano rappresenta davvero un punto di partenza della cui grandezza ed importanza, nemmeno Michael Sam si renda conto. Perché con la sua semplicità ed il suo carattere questo ragazzo è diventato in automatico un paladino della causa gay nel settore. Perché nessuno prima di lui ha intrapreso questo percorso o avuto tale coraggio. Tecnicamente questo ragazzo è davvero una stella in ascesa nel suo sport e se le offerte finora ricevute dovessero scemare in qualche modo si avrebbe una riprova dell’omofobia e del pregiudizio del settore, cosa alla quale sospettiamo, nessuna società vorrebbe essere legata.

Leggi ora  Messico: mamma partorisce il bambino del figlio gay

Attraverso quindi la normalizzazione del coming out di Michael Sam, più persone potrebbero sentire l’esigenza di fare coming out, dando una definitiva spinta ad un vero cambiamento. Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo?

Photo credit | AP