Alessandro Cecchi Paone: “Un potente Ministro del Governo Berlusconi era gay”

di Redazione Commenta

Ricordate quando Silvio Berlusconi pronunciò la frase “meglio appassionato di belle ragazze che gay”? Secondo Alessandro Cecchi Paone non fu una dichiarazione omofoba ma una semplice stoccata ad un importante ministro gay. Ma andiamo con ordine, l’ex concorrente dell’Isola, intervistato dal programma Un giorno da pecora, fa prima di tutto sapere che il centrodestra pullula di omosessuali:

E’ strapieno, ce n’è uno che di recente è ‘cascato’ politicamente proprio per questa ragione. Uno importantissimo e potentissimo. Uno che stava al Governo. E che Ministro, la mia ipotesi e che sia caduto non per motivi politici e giudiziari ma perché nel centrodestra si vergognano, si nascondono, ricattati.

E arriviamo all’indimenticabile “meglio Don Giovanni che gay”:

Lo diceva durante una conferenza stampa, dopo una riunione di Governo, avendo a fianco quel signore di cui parlavamo prima. Quindi parlava in realtà del suo Ministro. Io posso dire che Berlusconi disse quella frase a proposito di quella persona, che gli voleva fare le scarpe, non a proposito dei gay. Lui è circondato dai gay, non esistono reti così gay friendly come le sue.

Reti gay friendly che di certo sono formate da persone che hanno una scarsa opinione di sé. Riguardo al PD dichiara:

Non sopporto Bersani perché il problema dell’Italia, da sempre, è stato non avere un partito socialista, laburista, che sui diritti civili non fa quello che mena il torrone. Ci sono gli omofobi e i gay friendly, ma il Pd, tranne il povero Ignazio Marino, non si capisce che posizione abbia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>