Ultimi Articoli

Lele Mora ebbe una relazione con Fabrizio Corona

Di Sebastiano | 27 settembre 2010
Lele Mora ebbe una relazione con Fabrizio Corona

Dichiarazioni shock di Lele Mora. Il Corriere della Sera ha riportato alcuni interessanti stralchi dell’interrogatorio al manager dei vip durante l’inchiesta sul crac del marchio Corona’s. Tra i punti più succosi del terzo grado, una presunta storia (d’interesse?!) tra Mora e Fabrizio Corona: Ebbi una relazione con Fabrizio Corona, spesi per lui circa 2 milioni di euro nel periodo 2004-2006. Nel 2005 sono iniziati i grandi litigi tra Corona e la Moric, avendo lei scoperto l’esistenza della relazione del marito con me, cosa che io avevo sempre negato e che poi è emersa durante l’indagine di Vallettopoli. In quel periodo capitava spesso che Corona veniva buttato fuori di casa e mi chiedeva ospitalità. Io gli avevo consigliato di prendersi una casa per suo conto. Gli avevo anche detto che l’avrei aiutato sul piano economico. Come in effetti è stato. Ho comprato 8 autovetture a partire da una Audi Cabriolet per arrivare alla Bentley Continental. Anche l’appartamento di via de Cristoforis A Milano gliel’ho comprato io, o meglio rifornito Corona di circa 1 milione 500 mila euro in contanti.Continua a leggere

Humphrey Bogart aveva paura di essere gay

Di Marziano | 27 settembre 2010
Humphrey Bogart aveva paura di essere gay

Il divo dei divi hollywoodiani aveva paura di essere gay. Questo è quanto si racconta nel libro a lui dedicato Humphrey Bogart: The Making of a Legend, scritto dal biografo e giornalista Darwin Porter. All’interno del volume si racconta che l’attore fece sesso con più di mille donne prima di incontrare la sua amata Lauren Bacall. Le ragioni delle sue innumerevoli conquiste non sono da attribuire al fatto di dover appagare necessariamente la sua libido, più che altro il dover fare sesso con quasi una donna a sera era dovuto ad una sola ragione: scacciare il pensiero di essere gay.Continua a leggere

Messico: il cardinal Juan Sandoval Iñiguez discrimina i gay

Di Marziano | 26 settembre 2010
Messico: il cardinal Juan Sandoval Iñiguez discrimina i gay

Non sono passate inosservate le dichiarazioni poco piacevoli nei confronti dei gay del cardinal Juan Sandoval Iñiguez. Il prelato qualche tempo fa, non solo aveva utilizzato dei termini poco gentili nel definire le persone omosessuali, ma si era anche scagliato pesantemente contro le adozioni da parte delle coppie dello stesso sesso: Vi fareste adottare da un paio di froci?Continua a leggere

Vescovi gay: nessun problema per la Chiesa anglicana

Di Marziano | 26 settembre 2010
Vescovi gay: nessun problema per la Chiesa anglicana

Il vescovo di Canterbury, Rowan Williams, a dichiarato al Times che la Chiesa Anglicana non ha nessun problema a nominare pastori persone omosessuali. Tali dichiarazioni hanno suscitato un vero e proprio vespaio di polemiche da praticamente qualunque parte dell’anglicanesimo: sia la parte conservatrice che la parte progressista hanno definito negativo il pensiero di Williams. Durante l’intervista l’arcivescovo anglicano d’Inghilterra ha si ammesso di non aver alcun problema nel nominare vescovi gay, ma con una sostanziale condizione rispetto ai vescovi eterosessuali: i primi, oltre a rispettare la tradizione e gli standard storici, devono anche restare celibi:Continua a leggere

Usa: infermiera lesbica reintegrata nell’esercito

Di Marziano | 26 settembre 2010
Usa: infermiera lesbica reintegrata nell’esercito

Nonostante il Senato americano si sia espresso di recente a sfavore dell’abolizione della legge del Don’t ask don’t tell, nella realtà le cose stanno diversamente. Infatti il giudice Ronald B. Leighton ha ordinato il reintegro di una infermiera delle forze armate dopo che era stata scoperta la sua omosessualità. Margaret Witt, questo il nome della donna, era stata licenziata dal suo incarico dopo che l’ex marito della compagna aveva rivelato ai suoi superiori il suo orientamento sessuale. La politica del Non chiedere non dire impone ai soldati americani di non ammettere pubblicamente la propria omosessualità, pena l’esclusione dalla vita militare. Nella sentenza emanata dal giudice Leighton della corte Distrettuale degli Stati Uniti si legge che non vi alcuna discrepanza tra l’essere lesbica e lo svolgere diligentemente il lavoro all’interno all’esercito:Continua a leggere

Gianluca Grignani: “Sono stato molestato da un ragazzo”

Di Marziano | 25 settembre 2010
Gianluca Grignani: “Sono stato molestato da un ragazzo”

Dichiarazione shock di Gianluca Grignani. Il cantante ha ammesso di essere stato molestato quando era poco più un ragazzino, durante l’intervista rilasciata alla giornalista Anna Maria Latella: A 10 anni subii un tentativo di violenza da parte di un compagno di vacanze che di anni ne aveva 18. Facevo un corso di tennis in Valtellina, e una sera mi avevano sposato in stanza con questo ragazzo più grande che era un pelino fuori dalle righe. Il cantautore ha riportato nero su bianco lo spiacevole accaduto su un libro di prossima pubblicazione. Le molestie del pedofilo sono durate per due settimane come ha ammesso lui stesso al programma Lei è favorevole o contrario:Continua a leggere

Coppia gay si ribella al sesso rumoroso della vicina

Di Marziano | 25 settembre 2010
Coppia gay si ribella al sesso rumoroso della vicina

Una coppia fa sesso troppo rumorosamente svegliando di continuo i vicini, un’altra coppia si ribella alla situazione minacciando i responsabili degli orgasmi chiassosi. Siamo a Treviso, nel pieno centro storico, protagonisti della vicenda sono due gay e una donna in compagnia del suo boy toy. Come si potrebbe immaginare non sono i due fidanzati omosessuali a produrre le urla moleste ma la vicina di casa sessantunenne. La scatenata signora da quando aveva conosciuto il fidanzato trentenne non dava pace al vicinato: ogni volta che i due si facevano travolgere dalla passione, automaticamente facevano passare notti insonni al vicinato. La spiacevole situazione è durata fino a quando i condomini del piano di sopra hanno deciso di mettere fine al divertimento.Continua a leggere

Alexia favorevole alle unioni gay

Di Marziano | 25 settembre 2010
Alexia favorevole alle unioni gay

Dopo la sparata del sottosegretario Giovanardi sulle adozioni gay, dopo i vari casi di violenza nei confronti di giovani omosessuali, arriva finalmente qualcuno che si schiera a favore del popolo glbt. Stiamo parlando di Alexia, la cantante ha dichiarato di essere favorevole delle unioni di fatto a Gayin.tv: Sarebbe ora di dare qualcosa di concreto a due uomini o due donne che decidono di invecchiare insieme. In merito alla sua storia personale, la vincitrice di Sanremo 2003, ha raccontato di esser stata in qualche modo “costretta” a sposarsi:Continua a leggere

Un certo sguardo – conoscere per riconoscersi: l’iniziativa per gli studenti napoletani gay

Di Marziano | 24 settembre 2010
Un certo sguardo – conoscere per riconoscersi: l’iniziativa per gli studenti napoletani gay

Partirà ad ottobre il progetto Un certo sguardo: conoscere per riconoscersi presso l’Università di Napoli. L’iniziativa è rivolta principalmente a tutti gli studenti omosessuali ed è organizzata dal Centro di Ateneo Sinapsi. Da tempo il centro Sinapsi si rivolge a tutti gli studenti che si sentono esclusi dalla vita universitaria a causa di disabilità o difficoltà temporanee. Nel caso specifico il progetto che partirà tra meno di un mese avrà come compito quello di stimolare e rinforzare l’identità di coloro che ne prenderanno parte.Continua a leggere

UK: l’1,5% della popolazione è gay

Di Marziano | 24 settembre 2010
UK: l’1,5% della popolazione è gay

L’Ufficio nazionale di statistica del Regno Unito si è preso la briga di contare tutte le persone gay presenti nel paese. Immaginate le persone incaricate ad effettuare il sondaggio alle prese con calcolatrici supertecnologiche? A giudicare dei numeri al massimo i calcoli li hanno fatti con l’abaco, si perché le persone omosessuali britanniche sono risultate un po’ scarsine: “solo” 730 mila. Andando a vedere i dati nel particolare si può notare come le persone che si sono definite gay o lesbiche ammontano a 481 mila, 245 mila sono coloro che si reputano bisessuali e 4 mila gli uomini e le donne non in grado di dare una risposta alla domanda sul loro orientamento sessuale. In percentuale la popolazione queer nel Regno Unito non supera l’1,5 del totale. Il dato è abbastanza anomalo in quanto nella passata rilevazione (datata 2004) le cifre risultavano essere del 5-6%. Dalla ricerca è emerso (ma non ci voleva tanto per capirlo) che i gay sono generalmente colti, appartenenti alla classe media, spesso professionisti o dirigenti, fumatori e non troppo religiosi.Continua a leggere

Francesco Bruno: “Omosessualità? Un grave disturbo della personalità”

Di Sebastiano | 24 settembre 2010
Francesco Bruno: “Omosessualità? Un grave disturbo della personalità”

Dalle pagine di Pontifex, il criminologo Francesco Bruno esprime il suo punto di vista riguardo gli episodi omofobi degli ultimi giorni. E come sempre, a noi poveri gay, non ci resta altro che prenderlo in saccoccia: E’ del tutto pacifico che coloro i quali alzano le mani per qualsiasi motivo siano dei delinquenti da condannare anche in modo esemplare. La violenza fisica non trova alcuna giustificazione, specie se avviene per motivi banali o per discriminazione, questo sia chiaro. Detto questo, va precisato che oggi i freni del senso del pudore sono molto ceduti, le maglie si sono allargate, ma questo non é all’infinito, nel senso che alcuni atteggiamenti in menti particolarmente eccitabili, causano alterazione e le spingono ad azioni inconsulte. Non contento, lo studioso ha tenuto a precisare:Continua a leggere

Ragusa: gay umiliato con secchio di urina

Di Marziano | 24 settembre 2010
Ragusa: gay umiliato con secchio di urina

Vincenzo si trovava all’interno della sua auto quando un gruppo di balordi ha cominciato ad insultarlo pesantemente per il solo fatto di essere omosessuale. La banda di imbecilli (non c’è altro termine per definirli), non soddisfatta di quanto già aveva fatto ha avuto la brillante idea di lanciare sulla vettura del ragazzo un secchio di urina. Il malcapitato ha avuto la prontezza di segnare il numero di targa dell’auto su cui viaggiavano i carnefici. Questo vergognoso caso di omofobia è accaduto a Ragusa all’inizio di questa settimana, il protagonista della vicenda si chiama Vincenzo ed è un giovane ragazzo siciliano come tanti che, per la sola ‘colpa’ di essere gay, è stato vessato da una comitiva di suoi conterranei: Martedì scorso mi trovavo in una zona in cui noi gay ci incontriamo. Degli idioti, tre o quattro, in auto sono passati accanto alla mia vettura, io stavo ascoltando la radio, si sono accostati e mi hanno lanciato contro un secchio di urina che ha colpito la mia macchina. Li ho inseguiti e ho preso la targa. Poi sono andato in questura a fare la denuncia. A Ragusa sto bene. Non sono discriminato, ho tantissimi amici, persone che mi vogliono bene, però, come in tutti i posti, ci sono gli imbecilli che non ci rispettano. Qui c’è un clima tranquillo anche se il mio sogno è andarmene perché questo è sempre un piccolo centro e per noi ragazzi non ci sono vere chance.Continua a leggere

Adam Levine: “Jake Gyllenhaal non è gay”

Di Sebastiano | 24 settembre 2010
Adam Levine: “Jake Gyllenhaal non è gay”

Adam Levine, leader del gruppo musicale dei Maroon 5, prende le difese del suo migliore amico Jake Gyllenhaal, con cui è stato paparazzato in giro per diversi locali di Los Angeles. Il cantante smentisce categoricamente le voci su una presunta omosessualità del divo di Jarhead (Fonte Out): La volete smettere di dire che Jake è gay? Sul serio. È perché ha fatto Brokeback Mountain, vero? Lo conosco da una vita. È un amico di vecchia data ed il modo in cui i media trattano la situazione è molto infantile ed immaturo. Se il fatto che esca con i suoi amici significa che è gay, si perpetua quella strana omofobia che esiste nella nostra cultura, una cosa molto stupida. Quindi sì, è amico mio. Cazzo, gli voglio bene.Continua a leggere

Black Wade: il fumetto con pirati e sesso gay

Di Marziano | 23 settembre 2010
Black Wade: il fumetto con pirati e sesso gay

Arriva sugli scaffali delle edicole italiane il fumetto Black Wade – The wild side of love. La graphic novel era già stata pubblicata qualche tempo fa dalla Gmunder, in inglese per il circuito internazionale, e dalla H&O, per il mercato francese. A curare l’edizione italiana ci ha pensato Edizioni Voilier. Cosa ha di particolare Black Wade? Prima di tutto tratta un tema insolito per un fumetto di grande pregio e perizia tecnica, il sesso omosessuale. La seconda caratteristica che in qualche modo ci dovrebbe rendere anche orgogliosi riguarda gli autori italiani, Franze & Andarle sono coloro che mettono la firma a questa opera.Continua a leggere

Cultura Gay
Altri Articoli
GLBT News
Gossip Gay