Ultimi Articoli

BBC criticata per la cattiva rappresentazione dei gay

Di Daniele | 5 ottobre 2010
BBC criticata per la cattiva rappresentazione dei gay

Più di un terzo del pubblico lesbico, gay e bisessuale inglese a cui è stato sottoposto un sondaggio ritiene che la loro rappresentazione nei programmi televisivi della BBC sia stereotipata. La ricerca, condotta dalla rete televisiva, ha visto la partecipazione di più di 2000 spettatori, di cui 563 appartententi alla comunità LGB. I risultati hanno evidenziato che il 37% considera la rappresentazione di gay e lesbiche come buona o molto buona, ma il 24% la ritiene mediocre. Del campione, il 27% inoltre pensa che sia superata, mentre il 23% la descrive innovativa. L’inchiesta è stata realizzata a seguito delle critiche mosse dall’organizzazione per l’uguaglianza Stonewall, che ha evidenziato una carenza di personaggi gay e lesbici nei programmi delle emittenti televisive inglesi – inclusa la BBC- seguiti dai più giovani.Continua a leggere

Oregon: insegnante licenziato perché gay

Di Marziano | 5 ottobre 2010
Oregon: insegnante licenziato perché gay

Come sono premurosi i padri che appena sentono parlare di insegnanti omosessuali minacciano le scuole con forconi e fiaccole. L’ultimo dei genitori che ha dato in escandescenza per un maestro gay è stato un capofamiglia dell’Oregon. Seth Stambaugh per togliersi dall’imbarazzo di alcune domande impertinenti rivoltegli da alcuni alunni curiosi, aveva dichiarato candidamente di essere omosessuale. Il docente non avrebbe mai immaginato che quella sua ammissione gli sarebbe costata il posto di lavoro; questo perché uno dei genitori venuto a conoscenza dei gusti sessuali dell’insegnante di suo figlio ha avuto la brillante idea di minacciare l’intero distretto scolastico di Beaverton. Rimuovere dall’incarico Seth oppure ritirare il piccolo dalla scuola, questo l’ultimatum del papà “apprensivo”.Continua a leggere

Robbie Williams: “Vorrei un figlio gay”

Di Marziano | 5 ottobre 2010
Robbie Williams: “Vorrei un figlio gay”

Robbie Williams ci ha abituato alle sue stranezze: dai suoi video eccentrici, alle continue provocazioni passando per le sue dichiarazioni su sesso e droga. L’ultima in ordine cronologico del re delle classifiche inglesi? Vorrebbe un figlio gay. Il cantante ha ammesso durante il programma radiofonico australiano  Kyle and Jackie O Show di voler metter su famiglia e sarebbe più che felice se uno dei suoi pargoli fosse omosessuale: Mi piacerebbe avere un figlio gay.Continua a leggere

Lance Bass: da bullo a gay dichiarato

Di Sebastiano | 5 ottobre 2010
Lance Bass: da bullo a gay dichiarato

Forse non tutti sanno che Lance Bass, ex componente degli Nsync, ha affrontato un percorso davvero difficile per accettare la propria omosessualità. Il cantante ha rivelato perfino di essere stato un bullo ai tempi della scuola pur di nascondere agli amici il fatto di essere gay: Ero uno dei primi a farlo e a prendermi gioco dei gay e guardate il risultato… Mantenevo un segreto per tutto quel tempo… C’è sempre una storia più grande di quella che uno vede. Quando si dice i casi della vita! Dopo il salto, il video con le dichiarazioni dell’interprete, diventato ormai una delle icone gay più apprezzate dalla comunità glbt internazionale.Continua a leggere

Unhcr chiede maggior sostegno ai rifugiati gay

Di Marziano | 5 ottobre 2010
Unhcr chiede maggior sostegno ai rifugiati gay

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, da sempre in difesa dei profughi, ha diramato in un comunicato rivolto a tutti gli Stati. All’interno del documento si legge che è indispensabile prestare maggiore attenzione al popolo lgbt: la condizione di rifugiato porta già di per notevoli sofferenze, ad aggravare la situazione di queste persone è l’ulteriore condizione di omosessuale, bisessuale e transessuale. Per questo l’Unhcr ha riferito che è necessario prestare maggiore tutela tutti gli esiliati gay, proprio perché maggiormente soggetti a vessazioni, soprusi, minacce e intimidazioni.Continua a leggere

Monsignor Salvatore Fisichella giudica il Gay Pride più offensivo della bestemmia

Di Daniele | 4 ottobre 2010
Monsignor Salvatore Fisichella giudica il Gay Pride più offensivo della bestemmia

Per Monsignor Fisichella è più offensivo il Gay Pride di una bestemmia contro Dio. È di sabato 2 ottobre la dichiarazione dell’arcivescovo del Vaticano, secondo il quale (Fonte Giornalettismo): Bisogna sempre in questi momenti saper contestualizzare le cose e, certamente, non bisogna da un lato diminuire la nostra attenzione, quando siamo persone pubbliche, a non venir meno a quello che è il nostro linguaggio e la nostra condizione; dall’altra credo che in Italia dobbiamo essere capaci di non creare delle burrasche ogni giorno per strumentalizzare situazioni politiche che hanno già un loro valore piuttosto delicato Parole fumose, che confermano l’occhio di riguardo che il prelato ha sempre avuto nei confronti del premier italiano. Ricordiamo a tal proposito la polemica scoppiata lo scorso aprile quando, in occasione dei funerali di Raimondo Vianello, fu concesso al primo ministro di prendere la comunione. Alle critiche, Monsignor Fisichella rispose che Berlusconi non vive più nel peccato in quanto ha divorziato dalla sua seconda moglie Veronica Lario. Dichiarazione che sicuramente avrà lasciato scettico più di qualche divorziato cattolico.Continua a leggere

Roma: poliziotti si fingono trans per blitz antiprostituzione

Di Marziano | 4 ottobre 2010
Roma: poliziotti si fingono trans per blitz antiprostituzione

Gli agenti del XVII gruppo di Roma hanno identificato e sanzionato un gruppo di transessuali nella zona tra il Lungotevere e Valle Giulia. Molto particolare il modus operandi: alcuni uomini delle forse dell’ordine si sono finti clienti, un altro ha invece si è spacciato per viados. Nella trappola messa in atto dalla squadra mobile sono cadute tre prostitute transessuali brasiliane che non avevano rispettato l’ordine di espulsione già emesso contro di loro e altre due risultate in possesso del regolare permesso di soggiorno.Continua a leggere

Elle DeGeneres: “Il bullismo tra gli adolescenti è diventata un’epidemia”

Di Marziano | 4 ottobre 2010
Elle DeGeneres: “Il bullismo tra gli adolescenti è diventata un’epidemia”

Negli Stati Uniti i suicidi tra giovani omosessuali – solo nell’ultimo mese – sono diventati all’ordine del giorno. Anche se il termine è fin troppo abusato, si tratta di una vera e propria emergenza anche perché ad aggravare la situazione è l’età dei ragazzi: a malapena preadolescenti. Ellen DeGeneres ha deciso che è arrivato il momento di agire. Affranta per quello che ha venuto in meno di trenta giorni, la regina dei salotti televisivi ha pubblicato un video sul suo sito personale in cui invita tutti a riflettere sul fenomeno del bullismo. Infatti i suicidi dei giovani gay sono avvenuti a causa degli insulti, delle vessazioni e delle continue minacce che le vittime dovevano subire ogni giorno. Ellen, felicemente sposata con l’attrice Portia DeRossi, all’interno del videomessaggio ha ricordato Asher Brown, Seth Walsh, Billy Lucas e Tyler Clementi, tutti accomunati dal fatto di essere gay e contemporaneamente vittime di bullismo. È proprio a quest’ultimo che la conduttrice rivolge il suo primo pensiero: Sono molti triste per la morte di Tyler Clementi. È tragico che ancora una volta una vita venga spezzata in questo modo insensato.Continua a leggere

California: Arnold Schwarzenegger approva una legge a favore dei giovani gay

Di Marziano | 4 ottobre 2010
California: Arnold Schwarzenegger approva una legge a favore dei giovani gay

Nonostante sia conosciuto per i ruoli di supermacho e di essere un repubblicano convinto, il governatore della California, Arnold Schwarzenegger ha deciso di approvare una legge che consentirà ai minorenni di accedere a delle cure specialistiche nel caso in cui questi ne facciano richiesta. Potranno usufruire del servizio i ragazzi e le ragazze con un’età compresa tra i 12 e i 17 anni, che abbiano problemi con la propria sessualità. L’aiuto che verrà fornito ai giovani gay sarà di tipo psicologico, verrà messo a disposizione un terapista che avrà il compito di spiegare nel modo migliore cosa sta avvenendo nella loro vita. Non sarà necessaria l’autorizzazione da parte dei genitori e soprattutto non ci saranno “terapie di cura”: quello che ci si prefigge è far accettare l’omosessualità all’adolescente.Continua a leggere

Padova: prete ricattato per avere avuto una storia gay

Di Marziano | 3 ottobre 2010
Padova: prete ricattato per avere avuto una storia gay

La storia del prete gay padovano ha avuto inizio tre anni fa quando ha instaurato un relazione omosessuale con un uomo di quarantacinque anni. Il disoccupato ha approfittato della situazione minacciando il prelato di diffondere i particolari piccanti della loro liason; il prelato, per comprare il silenzio di quest’ultimo, è stato costretto a sborsare fior di migliaia di euro fino a quando le forze dell’ordine non sono venute a conoscenza della faccenda. Ai parrocchiani, ma in generale all’intera cittadina, era giunta voce della relazione sessuale tra il sacerdote e l’uomo; voce che si è fatta talmente insistente da far insospettire le forze dell’ordine. La polizia ha deciso così di verificare quanto stava accadendo, ed ha scoperto che il ricattatore vendeva il suo silenzio all’uomo di chiesa, il quale provvedeva a comprargli ricariche telefoniche, generi alimentari e denaro contante.Continua a leggere

Benedetto Della Vedova è favorevole ai matrimoni gay

Di Marziano | 3 ottobre 2010
Benedetto Della Vedova è favorevole ai matrimoni gay

Benedetto Della Vedova, vicepresidente vicario dei deputati di Futuro e Libertà, è a favore del riconoscimento delle coppie di fatto, anche omosessuali. Il parlamentare in occasione del suo intervento in Aula alla Camera ha ricordato che il governo dovrebbe assumersi l’impegno di creare una serie di: Leggi che riconoscano le coppie di fatto omosessuali ed eterosessuali.Continua a leggere

True Blood è la serie tv con più personaggi gay

Di Marziano | 2 ottobre 2010
True Blood è la serie tv con più personaggi gay

True Blood è stata incoronata serie televisiva con il maggior numero di personaggi omosessuali. A stabilirlo è il rapporto annuale della GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) sulla presenza del popolo lgbt all’interno del piccolo schermo. All’interno del documento si legge che la televisione via cavo vanta 12 ruoli principali gay, 23 che hanno un ruolo secondario e 18 con apparizioni occasionali. Numeri leggermente minori se si parla di televisioni “free”, ma pur sempre lusinghieri se si paragonano con i dati presenti nel nostro paese, in questo caso si parla di 5 personaggi principali omosessuali, 18 secondari e 14 saltuari. La ABC si aggiudica la medaglia d’oro per la presenza di elementi queer nel suo palinsesto: sono 11 i gay che popolano in totale il network televisivo. A tal proposito, Jarret Barrios, il presidente dell’associazione responsabile della ricerca, ha dichiarato:Continua a leggere

Ricerca: anche gli uccelli sono gay

Di Marziano | 2 ottobre 2010
Ricerca: anche gli uccelli sono gay

L’Università di Newcastle ha studiato i comportamenti sessuali dei volatili, da questo ne è emerso che oltre 130 specie di pennuti hanno delle relazioni omosessuali. In particolare la ricerca ha fatto emergere che non si tratta di un fenomeno minore, un quinto di tutto le coppie stabili è costituito da due maschi. Contrariamente a quello che avviene nella in tantissimi paesi, questi uccelli sono in grado di “adottare” dei piccoli. Infatti le coppie di pennuti omosessuali allevano la prole avuta dalle brevi relazioni con le femmine della stessa specie. Un po’ come se quest’ultime siano state utilizzate come utero in affitto.Continua a leggere

Spresiano: il fossato anti gay non si farà più

Di Marziano | 2 ottobre 2010
Spresiano: il fossato anti gay non si farà più

La vicenda del fossato anti gay a Spresiano si concluderà il 4 novembre, data in cui i provvedimenti messi in atto dal primo cittadino per ostacolare gli incontri a luci rosse nella zona Palazzon a Lovadina termineranno definitivamente. Il sindaco, Riccardo Missiato, aveva fatto scavare un canale per impedire alle auto di sostare nella zona in cui avveniva la prostituzione omosessuale. Mediante un’interpellanza, l’appartenente al gruppo di minoranza Il popolo di Spresiano, Luca Negri, ha fatto in modo che la scolina verrà sostituita da dei cavi d’acciaio assicurati a paletti:Continua a leggere

Cultura Gay
Altri Articoli
GLBT News
Gossip Gay