Ultimi Articoli

California: Arnold Schwarzenegger approva una legge a favore dei giovani gay

Di Marziano | 4 ottobre 2010
California: Arnold Schwarzenegger approva una legge a favore dei giovani gay

Nonostante sia conosciuto per i ruoli di supermacho e di essere un repubblicano convinto, il governatore della California, Arnold Schwarzenegger ha deciso di approvare una legge che consentirà ai minorenni di accedere a delle cure specialistiche nel caso in cui questi ne facciano richiesta. Potranno usufruire del servizio i ragazzi e le ragazze con un’età compresa tra i 12 e i 17 anni, che abbiano problemi con la propria sessualità. L’aiuto che verrà fornito ai giovani gay sarà di tipo psicologico, verrà messo a disposizione un terapista che avrà il compito di spiegare nel modo migliore cosa sta avvenendo nella loro vita. Non sarà necessaria l’autorizzazione da parte dei genitori e soprattutto non ci saranno “terapie di cura”: quello che ci si prefigge è far accettare l’omosessualità all’adolescente.Continua a leggere

Padova: prete ricattato per avere avuto una storia gay

Di Marziano | 3 ottobre 2010
Padova: prete ricattato per avere avuto una storia gay

La storia del prete gay padovano ha avuto inizio tre anni fa quando ha instaurato un relazione omosessuale con un uomo di quarantacinque anni. Il disoccupato ha approfittato della situazione minacciando il prelato di diffondere i particolari piccanti della loro liason; il prelato, per comprare il silenzio di quest’ultimo, è stato costretto a sborsare fior di migliaia di euro fino a quando le forze dell’ordine non sono venute a conoscenza della faccenda. Ai parrocchiani, ma in generale all’intera cittadina, era giunta voce della relazione sessuale tra il sacerdote e l’uomo; voce che si è fatta talmente insistente da far insospettire le forze dell’ordine. La polizia ha deciso così di verificare quanto stava accadendo, ed ha scoperto che il ricattatore vendeva il suo silenzio all’uomo di chiesa, il quale provvedeva a comprargli ricariche telefoniche, generi alimentari e denaro contante.Continua a leggere

Benedetto Della Vedova è favorevole ai matrimoni gay

Di Marziano | 3 ottobre 2010
Benedetto Della Vedova è favorevole ai matrimoni gay

Benedetto Della Vedova, vicepresidente vicario dei deputati di Futuro e Libertà, è a favore del riconoscimento delle coppie di fatto, anche omosessuali. Il parlamentare in occasione del suo intervento in Aula alla Camera ha ricordato che il governo dovrebbe assumersi l’impegno di creare una serie di: Leggi che riconoscano le coppie di fatto omosessuali ed eterosessuali.Continua a leggere

True Blood è la serie tv con più personaggi gay

Di Marziano | 2 ottobre 2010
True Blood è la serie tv con più personaggi gay

True Blood è stata incoronata serie televisiva con il maggior numero di personaggi omosessuali. A stabilirlo è il rapporto annuale della GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) sulla presenza del popolo lgbt all’interno del piccolo schermo. All’interno del documento si legge che la televisione via cavo vanta 12 ruoli principali gay, 23 che hanno un ruolo secondario e 18 con apparizioni occasionali. Numeri leggermente minori se si parla di televisioni “free”, ma pur sempre lusinghieri se si paragonano con i dati presenti nel nostro paese, in questo caso si parla di 5 personaggi principali omosessuali, 18 secondari e 14 saltuari. La ABC si aggiudica la medaglia d’oro per la presenza di elementi queer nel suo palinsesto: sono 11 i gay che popolano in totale il network televisivo. A tal proposito, Jarret Barrios, il presidente dell’associazione responsabile della ricerca, ha dichiarato:Continua a leggere

Ricerca: anche gli uccelli sono gay

Di Marziano | 2 ottobre 2010
Ricerca: anche gli uccelli sono gay

L’Università di Newcastle ha studiato i comportamenti sessuali dei volatili, da questo ne è emerso che oltre 130 specie di pennuti hanno delle relazioni omosessuali. In particolare la ricerca ha fatto emergere che non si tratta di un fenomeno minore, un quinto di tutto le coppie stabili è costituito da due maschi. Contrariamente a quello che avviene nella in tantissimi paesi, questi uccelli sono in grado di “adottare” dei piccoli. Infatti le coppie di pennuti omosessuali allevano la prole avuta dalle brevi relazioni con le femmine della stessa specie. Un po’ come se quest’ultime siano state utilizzate come utero in affitto.Continua a leggere

Spresiano: il fossato anti gay non si farà più

Di Marziano | 2 ottobre 2010
Spresiano: il fossato anti gay non si farà più

La vicenda del fossato anti gay a Spresiano si concluderà il 4 novembre, data in cui i provvedimenti messi in atto dal primo cittadino per ostacolare gli incontri a luci rosse nella zona Palazzon a Lovadina termineranno definitivamente. Il sindaco, Riccardo Missiato, aveva fatto scavare un canale per impedire alle auto di sostare nella zona in cui avveniva la prostituzione omosessuale. Mediante un’interpellanza, l’appartenente al gruppo di minoranza Il popolo di Spresiano, Luca Negri, ha fatto in modo che la scolina verrà sostituita da dei cavi d’acciaio assicurati a paletti:Continua a leggere

I danesi hanno il pene più lungo. E gli italiani?

Di Marziano | 1 ottobre 2010
I danesi hanno il pene più lungo. E gli italiani?

È arrivato il momento di dissipare tutti i dubbi in merito alla lunghezza del pene, a pensarci è stato il sito ManHunt pubblicando la classifica di coloro che vantano più centimetri nelle mutande. Vi diciamo subito che quanto è stato reso noto va a sfatare tutti miti delle popolazioni di colore, secondo il portale questi avrebbero ben poco di cui vantarsi. Ma partiamo dalla prima posizione, sarebbero i danesi a vantare lunghezze da guinness. Sarebbero proprio loro ad avere i peni più lunghi del mondo, per la precisione il loro membro misura mediamente 19,2 centimetri. L’Italia in questa graduatoria si difende bene, si piazza al secondo posto con soli 2 millimetri in meno della Danimarca; secondo ManHunt gli italiani hanno un pene che misura mediamente 19 centimetri. Il nostro paese deve dividere il podio con un’altra nazione, gli svedesi risultano avere un pene delle nostra stessa misura.Continua a leggere

UK: il 18% degli inglesi non gradisce i gay in tv

Di Marziano | 1 ottobre 2010
UK: il 18% degli inglesi non gradisce i gay in tv

Niente gay siamo inglesi: è quanto emerge da un sondaggio effettuato dalla Bbc su quanto le persone omosessuali siano gradite in televisione. Il 18% degli intervistati ha ammesso di sentirsi fortemente a disagio quando capita di vedere delle scene d’amore in cui sono coinvolte persone dello stesso sesso, in particolar modo a farla da padrone in questa percentuale sono coloro che hanno più di 55 anni. Il network televisivo ha fatto sapere in una nota il motivo per cui gli ultracinquantenni non gradiscono la presenza dei gay: La visione di scene di intimità fra persone dello stesso sesso può essere difficile per quella parte di pubblico eterosessuale che si sente a disagio dinnanzi a tali scene, per alcuni genitori e pure per gli eterosessuali che dicono di non avere problemi con l’argomento. La preoccupazione maggiore di queste persone è che, pur trasmettendo tali scene, la Bbc rimanga imparziale e non legittimi l’omosessualità come scelta di vita.Continua a leggere

50 Cent invita i gay a suicidarsi

Di Marziano | 1 ottobre 2010
50 Cent invita i gay a suicidarsi

Dura la vita di 50 Cent, meno di dieci anni fa era sulla cresta dell’onda, ora per vendere un disco deve convincere di persona l’acquirente neanche fosse il miglior televenditore presente sulla faccia della terra. Nelle scorse ore si sta facendo parlare un gran parlare di lui, non di certo per i suoi successi discografici, ma per le sue dichiarazioni omofobe. Il rapper tramite la sua pagina Twitter ha dato un consiglio spassionato a tutte le persone omosessuali: esortarli a fare coming out? Incoraggiarli a combattere per i loro diritti? Niente di tutto questo. Il “gangstarapper” suggerisce ai gay di suicidarsi:Continua a leggere

Alessandro Cecchi Paone a Mattino Cinque: “Ho avuto una relazione gay con un calciatore di serie A”

Di Sebastiano | 1 ottobre 2010
Alessandro Cecchi Paone a Mattino Cinque: “Ho avuto una relazione gay con un calciatore di serie A”

Intervenendo stamattina a Mattino Cinque, il contenitore condotto da Paolo Del Debbio e Federica Panicucci, Alessandra Cecchi Paone si è lasciato andare a dichiarazioni piuttosto scottanti sulla sua vita privata. Ritornando sulle rivelazioni del collega Paolo Colombo, il popolare giornalista ha spiegato la forte omofobia vigente nel mondo del calcio e che ci sono più che gay di quanto si possa immaginare: Ho avuto due storie molto belle con giocatori di calcio, che però purtroppo sono naufragate perché erano obbligati a tenere in segreto questo amore per paura dello spogliatoio, dei tifosi e dei colleghi. Uno dei due giocatori gioca in Serie A e uno in serie C 1: uno ha una finta moglie e l’altro una finta fidanzata.Continua a leggere

La Virtus Bologna sostiene la prima squadra di basket gay d’Italia

Di Marziano | 30 settembre 2010
La Virtus Bologna sostiene la prima squadra di basket gay d’Italia

La Virtus Bologna ha deciso di sostenere la prima squadra gay di pallacanestro italiana. In questo modo il Boga Basket potrà vantare di possedere un alleato d’eccezione; una delle più famose squadre di basket, non solo emiliane, ma anche di tutta la penisola. Nella giornata di domani, durante la conferenza stampa, verrà illustrato l’intero progetto che riguarderà questo insolito quanto promettente team. A tenere a battesimo il Boga ci sarà Claudio Sabatini, Alessandro Cecchi Paone e Diego Dolcini. Intanto i componenti della prima squadra di basket d’Italia composta interamente da persone omosessuali ci tengono a precisare alcune cose sul loro conto: Non ci piace dire che siamo la prima squadra di basket gay, semplicemente perché non esiste il basket gay: esistono soltanto ragazzi e ragazze gay che si riuniscono per fare sport. Non ci sono particolari caratteristiche che ci contraddistinguono, a parte l’essere gay, chiaro! Se si presentasse l’opportunità però accetteremmo volentieri anche giocatori etero, gay-friendly, e sarebbe molto bello riuscire anche a creare una squadra femminile.Continua a leggere

Spagna: nasce la Repubblica Universale dei gay

Di Marziano | 30 settembre 2010
Spagna: nasce la Repubblica Universale dei gay

Chi tanto e chi niente, è il caso di dire. In Spagna è nata da poco una nazione interamente dedicata alle persone omosessuali (se pur di piccolissime dimensioni). La sede provvisoria del nuovo stato si trova con precisione a Terremolinos in quel di Malaga, all’interno della cosiddetta Gay House della città. La Repubblica Universale dei gay è stata fondata da Javier Checa, attivista e organizzatore di numerose manifestazione a favore del popolo lgbt. L’ideatore ha precisato che la patria queer avrà un nuovo concetto di stato ed in particolar modo, come naturale che fosse, avrà in cima alla lista delle priorità i diritti dei cittadini omosessuali.Continua a leggere

Carlo d’Inghilterra è gay secondo Globe

Di Marziano | 30 settembre 2010
Carlo d’Inghilterra è gay secondo Globe

Sgub! Come direbbe il nostro Aldo Biscardi, Carlo d’Inghilterra è gay. È quanto titola il Globe, sbattendo in prima pagina, nell’ultimo numero, il faccione dell’erede al trono con il titolo in bella vista “Prince Charles is gay!”. Secondo il settimanale scandalistico, il matrimonio con Diana Spencer non sarebbe stato altro che una farsa. Il tutto sarebbe stato messo in scena appositamente per coprire l’omosessualità del principe, in modo tale da mettere a tacere le voci che sarebbero circolate sul proprio conto.Continua a leggere

So you think you can fuck: reality show dedicato al porno gay

Di Marziano | 29 settembre 2010
So you think you can fuck: reality show dedicato al porno gay

Un po’ film porno, un po’ reality show è questo il concept del nuovo So you think you can fuck, programma che andrà in onda esclusivamente sulla rete e per il solo pubblico che avrà sottoscritto l’abbonamento. Il meccanismo del reality è semplice: due squadre di ragazzi pronti a sfidarsi a suon di sesso. I partecipanti saranno divisi in due categorie, i passivi e gli attivi, i quali saranno chiamati a creare un film porno in piena regola. Il presentatore, una volta estratto il nome di un appartenete a ciascuna formazione, li inviterà a creare un mini film a luci rosse. Il loro compito non sarà solo quello di mostrare le acrobazie sessuali, ma anche quello di creare l’ambientazione giusta, la trama e la tempistica. Può darsi che i due performer siano costretti a svolgere una prova extra. A dare più pepe al tutto potrebbe esserci lo scambio dei ruoli dei protagonisti: il passivo prende il posto dell’attivo e viceversa.Continua a leggere

Cultura Gay
Altri Articoli
GLBT News
Gossip Gay